Il Centro Neurolesi «Bonino Pulejo» sbarca nella Sicilia occidentale, Gucciardi: «Ed è solo l’inizio…»

8 Luglio 2016

L'assessore regionale alla Salute presente ieri alla firma della convenzione tra Irccs di Messina ed Asp di Trapani per una sede satellite nell'ospedale di Salemi: «Sono grato ai direttori generali Angelo Aliquò e Fabrizio De Nicola che hanno voluto e costruito questo straordinario rapporto di collaborazione. È un importante punto di partenza, infatti la rete riabilitativa della Sicilia nei prossimi mesi sarà completata». Ecco il video con le interviste.

di Redazione

TRAPANI. Firmata la convenzione con l’Asp di Trapani: per tre anni (rinnovabili) il Centro Neurolesi Bonino Pulejo di Messina avrà una sede satellite all’interno dell’ospedale Vittorio Emanuele III di Salemi, come già anticipato in un precedente articolo di Insanitas.

Alla sottoscrizione dell’accordo era presente anche Baldo Gucciardi, assessore regionale alla Salute: «L’Irccs Bonino Pulejo è un’eccellenza a livello nazionale ed oggi qui in provincia di Trapani inizia la sua attività di realizzazione di sedi satellite. Si tratta, infatti, di un punto di partenza, poiché la rete riabilitativa della Sicilia nei prossimi mesi sarà completata. Sono particolarmente grato ai direttori generali Angelo Aliquò e Fabrizio De Nicola che hanno voluto e costruito questo straordinario rapporto di collaborazione, che consentirà un’assistenza di altissima qualità ai pazienti non solo della provincia di Trapani ma di tutto il comprensorio della Sicilia occidentale».

Tra i presenti ieri anche Placido Bramanti (direttore scientifico del Bonino Pulejo), il sindaco di Salemi, Domenico Venuti, il direttore sanitario dell’ASP di Trapani, Antonio Siracusa e quello amministrativo, Walter Messina.

Con la convenzione l’Asp di Trapani concede all’Irccs di Messina l’uso esclusivo di un’area destinata ad ospitare 20 posti letto posta al quarto piano dell’edificio principale dell’ospedale di Salemi e di un’area per 10 posti letto SUAP (sub unità di accoglienza permanente) posta al primo piano dell’edificio secondario del nosocomio.

Nelle more della ristrutturazione dei locali concessi all’Irccs per i 20 posti di degenza di riabilitazione, l’Asp concederà temporaneamente l’uso di 20 posti letto dell’area destinata alla degenza della R.S.A. (di potenzialità complessiva pari a n. 24 posti letto), posta anch’essa al piano quarto dell’edificio ospedaliero, della quale sono in atto attivi 4 posti letto.

Il centro effettuerà attività in regime di ricovero di riabilitazione post-acuzie e prestazioni ambulatoriali di riabilitazione intensiva, correlate alla precedente attività di ricovero, con l’applicazione di nuovi modelli e percorsi riabilitativo-assistenziali, secondo l’esperienza maturata in seno al network dei propri Istituti, coniugando le pratiche assistenziali con la ricerca sanitaria.

L’Irccs si impegna a dotare i locali individuati di proprie apparecchiature di riabilitazione “robotizzata”, mentre quelle di riabilitazione tradizionali” si continuerà ad utilizzare quelle già in possesso dell’Asp.

Inoltre l’Irccs metterà a disposizione della rete di riabilitazione di Salemi i propri percorsi riabilitativi, con proprio personale medico specializzato, tecnici della riabilitazione, infermieri professionali, psicologi ed operatori tecnici addetti all’assistenza, con formazione specifica anche riguardo l’utilizzo di device robotizzati e computerizzati. Se necessario l’Irccs si avvarrà anche di assunzioni a tempo determinato e di contratti di collaborazione coordinata e continuativa, tramite utilizzo di fondi propri destinati alla ricerca.

L’Asp provvederà ad affiancare il proprio personale, affinché lo stesso acquisisca, anche tramite precisi percorsi formativi, la necessaria formazione finalizzata ad una futura gestione autonoma delle attività di neuro riabilitazione.

Nel video in alto a destra: le interviste a De Nicola, Aliquò e Gucciardi.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV