Dal palazzo

I dettagli

Centri “Pancreas Unit”, Gruttadauria e Tarantino (Ismett) nella cabina di regia nazionale

Entrambi figurano tra i 26 componenti del neonato organismo istituito dal Ministero della Salute.

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Importante riconoscimento per l’Ismett: due propri medici sono stati inseriti tra i 26 componenti della Cabina di regia nazionale per l’implementazione di una rete di Centri “Pancreas Unit”, istituita da un decreto del ministro della Salute.

Salvatore Gruttadauria (direttore del Dipartimento di Chirurgia Addominale) e Ilaria Tarantino (Chief Endoscopic Ultrasound Service dell’Unità di Endoscopia), infatti, sono stati chiamati a far parte del neonato organismo coordinato da Marco Mattei, capo di Gabinetto del ministro.

La cabina di regia per la diagnosi e il trattamento del tumore del pancreas avrà funzioni di studio e di coordinamento delle strategie di attuazione della rete di Centri “Pancreas Unit” in raccordo con tutti i livelli del Servizio sanitario nazionale.

Il commento di Salvatore Gruttadauria

«L’inserimento di due professionisti siciliani di ISMETT, nella cabina di regia del Ministero della Salute per la creazione delle unità di “pancreas unit” in Italia, è un dato molto positivo per la sanità regionale- afferma Salvatore Gruttadauria- In un settore come quello della cura dei tumori del pancreas, caratterizzato da una forte mobilità passiva, la nostra presenza in questo gruppo sancisce la bontà dei risultati ottenuti in ISMETT nell’ambito chirurgia del pancreas, dato già emerso dalla valutazione degli esiti di AGENAS pubblicata per il 2022 e ulteriormente migliorata nel 2023. Al centro del progetto c’è sempre e solo il paziente e in particolare l’obiettivo di questa cabina di regia è quello di implementare centri di cura multidisciplinari che permettano di garantire al paziente un percorso di cura globale e appropriato».

Il commento di Ilaria Tarantino

«È una grande opportunità essere stata coinvolta nella cabina di regia del Ministero della salute per l’implementazione dei centri di riferimento del tumore del pancreas- afferma Ilaria Tarantino- Insieme al prof. Gruttadauria porteremo l’esperienza di ISMETT , dei percorsi di diagnosi e cura chirurgica e non chirurgica, vigenti da anni presso il nostro Istituto. La cura dell’adenocarcinoma pancreatico è una sfida molto difficile, rappresentando una delle neoplasie più letali con un rapporto incidenza/mortalità estremamente elevato e con una sopravvivenza stimata a 5 anni di circa il 10%. Se si considera che alla diagnosi solo il 20% dei pazienti sono operabili, si comprende come sia una esigenza urgentissima l’istituzione di un Tavolo Tecnico Nazionale il cui lavoro dovrà estendersi a tutti gli aspetti ad oggi carenti in questo ambito: dalla prevenzione per i soggetti a maggior rischio, ai percorsi di cura diversi dalla chirurgia, al tracciamento dei risultati delle cure in una piattaforma digitale, alla ricerca di base e clinica da cui potere estrarre dati utili per la cura dei nostri pazienti e infine, molto importante la istituzione di una rete nazionale di centri di riferimento che presentino i requisiti per la cura di questi pazienti, in modo da fornire un accesso alle cure dal Nord al Sud con medesimi standard di qualità e risultati».

Nella Pancreas Unit dell’Ismett pancreatologi, anestesisti, radiologi, oncologi, genetisti, anatomo-patologi, chirurghi e infermieri operano con un approccio multidisciplinare. E proprio l’Ismett è l’unico centro in Italia ad avere 2 componenti della cabina di regia nazionale.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche