Centrale unica per gli acquisti in Sanità, Lentini: «I componenti siano scelti tramite bando»

29 Febbraio 2016

L'appello del deputato regionale al governatore Crocetta e all'assessore Gucciardi: «È indispensabile che sia improntata a caratteri di professionalità, trasparenza, legalità, massima competenze e rigore etico».

 

di

PALERMO. «La Centrale unica degli acquisti per il settore sanitario sia improntata a caratteri di professionalità, trasparenza, legalità, massima competenze e rigore etico dei suoi componenti». È quanto ha richiesto il deputato regionale Totò Lentini al presidente della Regione, Rosario Crocetta, e all’Assessore alla Sanità Baldo Gucciardi nel corso dell’intervento per l’approvazione dell’art. 7 della legge finanziaria all’Ars.

«La spending review – ha precisato Lentini – non si fa chiudendo gli ospedali e privando i territori di servizi essenziali, ma operando controlli scrupolosi sugli acquisti effettuati dalle strutture ospedaliere. La Commissione da nominare deve essere composta da professionisti al di sopra di ogni sospetto sia sotto il profilo professionale che quello etico. Questo potremo ottenerlo magari ricorrendo ad un bando europeo per la selezione delle candidature».

«La compartecipazione alle spese sanitarie, passata dal 42 al 49% grazie ad un accordo tra la Regione Siciliana e il Governo nazionale ha portato dal 2006 ad oggi nelle casse dello Stato circa 600 milioni di euro. La nostra Regione è tra le virtuose. È ora che il Governo regionale e i nostri colleghi parlamentari nazionali rivendichino con forza il ritorno ad una compartecipazione del 42 per cento, dal momento che le altre Regioni si attestano su una percentuale di compartecipazione del 40».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV