michele catanzaro pd

Dal palazzo

Assemblea Regionale Siciliana

Catanzaro (PD): “Sospendere il payback sui dispositivi medici, sta mettendo a rischio aziende e servizi”

Il capogruppo del PD all'Ars chiede al governo regionale di sospendere la richiesta dei rimborsi nei confronti delle aziende, sulla base del payback

Tempo di lettura: 2 minuti
“Il meccanismo del cosiddetto ‘payback sui dispositivi medici’ sta mettendo a rischio molte aziende del settore che garantiscono in maniera diretta o indiretta la regolare erogazione di servizi sanitari e dei Lea. Chiediamo pertanto al governo regionale di sospendere la richiesta dei rimborsi nei confronti delle aziende, sulla base del payback”. Lo dice Michele Catanzaro capogruppo del Pd all’Ars che sulla vicenda ha presentato una interpellanza ed una mozione parlamentare. Il meccanismo del payback sui dispositivi medici prevede che le imprese fornitrici siano chiamate a partecipare al ripiano del disavanzo, nella misura del 50 % dello scostamento, quando le Regioni sforano il tetto di spesa preventivato annualmente.
“La Regione Sardegna ha già agito in questa direzione – aggiunge Catanzaro – sospendendo il pagamento richiesto alle aziende in attesa di una decisione del Tar. Chiediamo al nostro governo regionale di fare altrettanto in Sicilia e di sospendere l’esecutività dei rimborsi richiesti alle aziende che forniscono i dispositivi medici al sistema sanitario regionale, in base alla normativa statale vigente. Chiediamo inoltre al governo Schifani di avviare le opportune interlocuzioni istituzionali per affrontare in sede di Conferenza Stato-Regioni un confronto sul ripensamento del meccanismo del payback sui dispositivi medici ovvero, più in generale, sulle misure necessarie alla razionalizzazione della spesa sanitaria. Bisogna contrastare sprechi e speculazioni – conclude Catanzaro – ma al tempo stesso non bisogna danneggiare le aziende mettendo a rischio la garanzia di erogazioni sanitarie e dei livelli essenziali di assistenza”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche