Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
accreditamento sanitario

ASP e Ospedali

Il 10 ottobre, a cura di Anaao Assomed

Catania, convegno sull’ospedale San Marco: quale sarà il suo destino?

Iniziativa promossa da Anaao Assomed, si svolgerà lunedì 10 ottobre alle ore 15.30 presso l'Auditorium della Parrocchia Resurrezione del Signore.

Tempo di lettura: 3 minuti

CATANIA. L’ospedale San Marco, in costruzione e in fase di completamento, è stato progettato per coprire una vasta area di un quartiere periferico di Catania, Librino, che rappresenta il risultato di una politica sanitaria regionale che, negli ultimi anni, ha sovrapposto nei Piani sanitari, obiettivi diversi: dai centri di Eccellenza del Piano sanitario 2004/2006, ai successivi piani sanitari che hanno risentito della L.R. 5 del 2009 con l’accorpamento delle aziende ospedaliere.

Il San Marco è nato anche per ospitare un Centro di accoglienza in ambito traumatologico, ma dopo la L.R. 5/2009 una vasta area è stata convertita in parcheggio.

Ora, da un lustro, i lavori di completamento sono ripartiti «nonostante i guai giudiziari dell’ATI Uniter e della Technis poi, imprese che hanno in appalto il cantiere del presidio ospedaliero. Eppure, nonostante le premesse strutturali e organizzative con le quali il San Marco è stato progettato, non appare più tra gli ospedali previsti nelle ultime rimodulazioni della Rete ospedaliera siciliana».

La segreteria regionale dell’Anaao Assomed organizza a Catania (Auditorium della Parrocchia Resurrezione del Signore, viale Castagnola 4, Librino), lunedì 10 ottobre alle ore 15.30 un convegno/tavola rotonda sull’ospedale San Marco e le problematiche ad esso connesse.

«L’Anaao Assomed- dice il segretario regionale, Pietro Pata– intende riconfermare così la sua Missione: essere accanto ai cittadini per assicurare il diritto costituzionalmente protetto della salute, attraverso la migliore utilizzazione delle risorse professionali e gestionali possibili».

Quando sarà completato il presidio? Quando saranno effettuati i collaudi necessari? La consegna è prevista, nel progetto, a febbraio 2017… e una volta aperto- ammesso che venga integrato nella rete sanitaria – quanto personale transiterà per essere impiegato? Sarà aperto il Pronto Soccorso e le strutture di Emergenza, correlate ai sensi del decreto Balduzzi, come auspica la popolazione del quartiere Librino e della periferia sud est di Catania, garantendo una cerniera di sicurezza per tutto l’hinterland?

Alla tavola rotonda interverranno:

l’ass.re regionale alla Salute;
il presidente della VI Commissione legislativa del Parlamento siciliano;
il dir. gen. dell’azienda OVE/Policlinico di Catania;
il pres. dell’Ordine dei Medici di Catania;
il sindaco di Catania;

Si confronteranno con il Rettore dell’Università di Catania, il segretario regionale di CittadinanzAttiva e il referente della Rete Sociale Librino.

Il giornalista-medico Nuccio Sciacca coordinerà e modererà i lavori che saranno introdotti dal segr. reg.le Anaao Assomed Sicilia, Pietro Pata e da Riccardo Rapisardi (cons. nazionale Anaao Assomed). Le conclusioni finali del convegno con le relative riflessioni, saranno affidate al segretario nazionale Anaao Assomed, Costantino Troise.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati