Policlinici

La polemica

Carenza di personale, botta e risposta tra Nursind e Policlinico di Messina

Il sindacato: «L'emergenza non si attenua. Nuovi reparti inaugurati spostando personale da altri settori». Ecco la replica di Santonocito

Tempo di lettura: 3 minuti

MESSINA. «Al Policlinico di Messina l’emergenza per la carenza di organico non si attenua. Nuovi reparti inaugurati spostando personale da altri settori che vanno sempre più in difficoltà». Lo denuncia il Nursind che scrive di «un clamoroso gioco delle tre carte da parte di un commissario che vuole rappresentare una realtà diversa da quella che è».

Contattato da Insanitas per una replica, il Policlinico Martino sottolinea: «Stanno proseguendo in modo continuo a costante le assunzioni di personale, sia del comparto che della dirigenza medica».

Secondo il sindacato guidato da Ivan Alonge «il personale infermieristico del pronto soccorso è stato ridotto nuovamente in concomitanza dell’apertura della nuova Unità di terapia intensiva cardiologica, annullando il lodevole slancio propositivo fatto in occasione del trasferimento nei nuovi locali del padiglione C. Quindi per un passo in avanti, come un gambero, il policlinico ne fa due dietro. Il numero di medici del pronto soccorso è insufficiente e pesa l’assenza di 6 unità infermieristiche distratte per garantire il servizio di pronto soccorso ostetrico, come è anche in sofferenza la Rianimazione dove si toglie personale infermieristico e operatori sociosanitari senza essere reintegrati. Di conseguenza il personale infermieristico è continuamente demansionato per occuparsi dell’igiene dei pazienti».

Il Nursind per voce del segretario aziendale, Massimo Latella afferma: «Al Policlinico di Messina ormai è tutto un miracolo. Inaugurazioni in serie, senza però che ci sia un reale potenziamento dell’organico. L’assenza di consolidamento di ogni misura che implementi il personale e quindi migliori l’assistenza, è la prova tangibile della carenza di personale infermieristico».

Inoltre Alonge spiega: «Nei locali del padiglione C è stato trasferito il nuovo pronto soccorso in attesa di quello del padiglione E. Sono stati spostati infermieri e Oss in quantità per l’inaugurazione. Poi all’inaugurazione della nuova cardiologia, anche questo reparto già pronto e mai inaugurato, sono state spostate delle unità infermieristiche. Il personale infermieristico del pronto soccorso è stato ridotto nuovamente in concomitanza dell’apertura della nuova Unità di terapia intensiva. Abbiamo mandato decine di lettere di contestazione e criticità ma ad oggi questo commissario, che si è insediato da circa 3 mesi, non si è ancora degnato di convocarci come sigla maggiormente rappresentativa del comparto. Eppure ha proseguito con tutte queste assegnazioni fatte senza seguire le indicazioni del servizio infermieristico, ormai svilito nelle sue funzioni, e senza tenere conto delle numerosissime lettere di mobilità interna anche e soprattutto dalle sale operatorie».

agrigento assegni disabili Tac concorso

Giorgio Giulio Santonocito

LA REPLICA DEL POLICLINICO MARTINO

«Dall’1 febbraio ad oggi sono stati assunti 23 Oss, di cui 15 hanno preso servizio proprio l’1 maggio. 42 i nuovi infermieri assunti, di cui 22 in servizio dall’1 aprile e 20 dall’1 maggio» sottolineano dal Policlinico messinese, aggiungendo: «Per quanto attiene il personale infermieristico che al momento sta effettuando servizio per garantire il percorso accettazione e gestione urgenze ostetriche/ginecologiche, precisiamo che è già stata bandito un concorso- i cui termini sono scaduti il 27 marzo- per reclutare le ostetriche che andranno a svolgere tale attività. I 6 infermieri verranno riallocati al pronto soccorso generale ( 4 unità) e in altri reparti carenti ( 2 unità)».

«Per ragioni organizzative, funzionali alla piena operatività dei reparti di emergenza- spiega il manager dell’AOU Giorgio Giulio Santonocito– alcune unità di personale sono state spostate, ma in contemporanea si sono create le condizioni per sostituirle ed è ciò che abbiamo realizzato nei giorni scorsi. Come chiarito fin dal mio insediamento ritengo che il personale sia fondamentale per consentire a questa azienda di crescere e consolidarsi. Vi è massima disponibilità al dialogo e al confronto e assicuro che il tema della risorse umane è, e resta, prioritario per assicurare la piena funzionalità dei reparti e faremo tutto ciò che è dovuto per coprire i posti previsti nella dotazione organica».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche