Cardiologia ed urologia, arrivano due nuovi primari all’Asp di Ragusa

24 Marzo 2016

Entrambi vincitori di concorso, sono rispettivamente Antonino Nicosia e Francesco Curto.

 

di

RAGUSA. Due nuovi primari all’Asp di Ragusa: sono Antonino Nicosia (Cardiologia/Emodinamica dell’ospedale “Maria Paternò Arezzo) e Francesco Curto (Urologia dell’ospedale “Civile”).

«Sono due dei sette concorsi in deroga  che l’Assessore Borsellino aveva già autorizzato– afferma il direttore generale Maurizio Aricò- Una guida solida che ci permette di superare il disagio e permettendoci di andare avanti. Posso affermare con convinzione che in questa Azienda Sanitaria i concorsi li vincono i migliori. Si tratta due professionisti di alto profilo, di grande professionalità con forti doti umane. Entrambi hanno scelto di operare nella nostra Asp e a beneficiarne sarà tutta la comunità ragusana».

Antonino Nicosia, classe 1968, vanta un’esperienza formativa in Cardiologia non invasiva durante gli anni di Specializzazione a Catania (ecocardiografia trans-toracica e trans-esofagea). Ha acquisito esperienza in Cardiologia Interventistica, nell’ultimo anno di Specializzazione e negli anni immediatamente successivi presso prestigiosi centri americani (Stanford University) ed europei.

Francesco Curto, classe 1974, ha lavorato in Germania, per diversi mesi presso la Clinica Urologica dell’Università Martin-Lutero di Halle, diretta da Paolo Fornara, pioniere della chirurgica laparoscopica del rene.

Per 10 anni ha ricoperto l’incarico di dirigente medico di I livello presso la Divisione di Urologia del Civico di Palermo, dove ha introdotto la chirurgia laparoscopica urologica eseguendo, per la prima volta in Sicilia, alcuni interventi di elevata complessità quale asportazione radicale di vescica per tumore ed asportazione parziale di rene in assenza di ischemia per tumore.

Ha introdotto la chirurgia robotica della prostata presso l’Ospedale Villa Sofia di Palermo, chiamato come docente e tutor, eseguendo la prima asportazione di tumore prostatico in Sicilia.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV