cardiologia digitale

Salute e benessere

La cardiologia digitale

Cardiologia, a Ragusa i più grandi esperti italiani per fare il punto sulle nuove frontiere

Dal 10 all’11 novembre all’hotel Poggio del Sole il corso ECM con un focus su innovazione digitale e big data. Segreteria organizzativa Collage S.p.A.

Tempo di lettura: 2 minuti

Il rapido avanzamento di tecnologie digitali di ultima generazione sta profondamente cambiato le modalità di diagnosi e cura dei pazienti cardiologici. Per fare il punto sulle nuove frontiere aperte dal digitale i più importanti cardiologi ed esperti del digitale in sanità si incontreranno a Ragusa, all’hotel Poggio del Sole, il 10 e 11 novembre, nel corso dell’evento dal titolo “La Cardiologia digitale: una nuova idea di Sanità!”

L’evento, con la direzione scientifica del dottore Antonino Nicosia e del professore Italo Porto, prevede la partecipazione di importanti relatori, fra cui Co-direttori dell’evento: Marco Caruso, Francesco Clemenza, Giuseppe Sgarito, Riccardo Giammanco e Massimo Iacono, ed i componenti del Comitato Scientifico: Dario Buccheri, Danila Calabrò, Sonia Dell’Oglio, Calogero Falletta, Guido Giordano, Salvatore Petrina e Paolo Zappulla. La segreteria organizzativa del corso, e provider ECM, è stata affidata a Collage spa.

“Le nuove frontiere del digitale sono alla base delle più importanti innovazioni registrate in diversi settori – affermano Antonino Nicosia e Italo Lo Porto – dalla gestione ospedaliera dei pazienti, alla conservazione delle immagini, ma anche nell’attività ambulatoriale che hanno sempre il fine di garantire ai pazienti soluzioni nuove per migliorare la gestione delle patologie cardiovascolari. Una raccolta dati omogenea, razionale e adeguatamente normata consente di generare un’enorme mole di “big data” che consentono l’osservazione attenta dei “fenomeni” e dei percorsi da una prospettiva assolutamente nuova, ma che consente di ottimizzare i percorsi diagnostico-terapeutici, la ricerca scientifica, la programmazione sanitaria e la conseguente ottimizzazione di risorse”.

“L’avvento della tecnologia impone ovviamente anche dei cambiamenti normativi e giuridici, nonché una nuova revisione delle regole per la privacy. La cybersecurity, l’intelligenza artificiale, la gestione dei big data, la telemedicina (nelle sue diverse articolazioni), il fascicolo sanitario elettronico devono essere i nuovi strumenti di una Sanità più moderna e performante. La prima parte dell’evento- spiegano i due direttori scientifici- sarà dedicata alla discussione dell’impatto che la rivoluzione digitale avrà nell’attività gestionale e nella programmazione sanitaria, mentre la seconda parte sarà centrata sui cambiamenti che la rivoluzione digitale imporrà nella nostra pratica clinica quotidiana. Il comitato scientifico e i “coordinatori” di sessione aiuteranno a redigere un possibile documento finale di consenso che conterrà le proposte e i suggerimenti operativi per l’implementazione della tecnologia digitale nell’attività clinica ospedaliera.”

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1


    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche