Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

Polemica dopo la richiesta dei grillini

Cardiochirurgia pediatrica trasferita da Taormina? Panarello (Pd): «Inaccettabile»

Il deputato regionale entra in polemica con i grillini, che avevano chiesto lo spostamento del servizio all'Ismett di Palermo: «L’iniziativa del Movimento 5 Stelle ripropone i più vecchi schemi del campanilismo e depotenzierebbe l’offerta sanitaria della Sicilia Orientale». La controreplica dei 5 Stelle: «Nessuna volontà di sguarnire Taormina».

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. I grillini avevano sollecitato il trasferimento all’Ismett di Palermo della Cardiochirurgia pediatrica che ora ha sede all’ospedale San Vincenzo di Taormina (leggi qui l’articolo), ma il deputato regionale del Pd, Filippo Panarello (nella foto), non ci sta: «L’iniziativa del Movimento 5 Stelle ripropone i più vecchi schemi del campanilismo e depotenzierebbe l’offerta sanitaria della Sicilia Orientale per trasferire la struttura all’Ismett di Palermo».

«Quella del trasferimento è una ipotesi inaccettabile che non sarebbe giustificata né dal punto di vista sanitario né dal punto di vista economico- aggiunge Panarello- Sulla struttura in questi anni sono stati fatti ingenti investimenti in termini finanziari, scientifici e di risorse umane. E se davvero sono emersi problemi nei rapporti con l’utenza, allora la soluzione più logica sarebbe utilizzare l’eventuale somma necessaria al trasferimento per garantire una migliore accoglienza dei parenti dei piccoli pazienti».

«È necessario valutare i tanti risvolti negativi che il trasferimento avrebbe sul territorio e su una importante area della Sicilia. Bisogna continuare sostenere un progetto sanitario di alto livello».

La controreplica dei grillini Giorgio Ciaccio e Giulia Di Vita: «Nessuna volontà di sguarnire Taormina, anzi ci fa piacere che la nostra nota abbia acceso i riflettori sulla carenza della cardiologia pediatrica, problema cui vanno date risposte sia per la Sicilia orientale che per quella occidentale. Chiediamo che venga attivata la sede di Palermo, in via temporanea in attesa dell’Ismep, e che al contempo venga potenziata la sede di Taormina, anche in virtù delle peculiarità geografiche della Sicilia».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati