Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

I commenti di Picciolo e Gullo

Cardiochirurgia pediatrica, il rinnovo annuale non basta ai fautori di Taormina: «Resti qui per sempre»

Il servizio d'eccellenza rimarrà per alcuni mesi al "San Vincenzo", ma la volontà della Regione sarebbe quella di farlo ritornare poi a Palermo. «Dimostreremo l’utilità del centro “Bambino Gesù” e la baricentricità anche rispetto alla Calabria», sottolinea Beppe Picciolo (Pdr- Sicilia Futura), mentre Mariella Gullo (FI) aggiunge: «Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione per impedire il trasferimento a Palermo».

Tempo di lettura: 3 minuti

Chi tifava per l’immediato ritorno a Palermo è rimasto deluso, mentre i fautori del rinnovo su Taormina ora esultano. Dopo aver appreso della decisione di Rosario Crocetta e Baldo Gucciardi di prorogare la convenzione con il “Bambino Gesù” per fare restare fino ad un altro anno all’ospedale «San Vincenzo» la Cardiochirurgia pediatrica, non mancano i commenti.

Se è vero, infatti, che la Regione ha prolungato di alcuni mesi quell’accordo, è pure vero che alla fine (salvo soluzioni alternative) quel centro dovrebbe ritornare a Palermo, sua sede originaria. Inoltre Crocetta contesta l’importo della precedente convenzione con il “Bambino Gesù” e punta a ribassarla notevolmente.

Non è un caso, quindi, che la politica che faceva il tifo per l’ipotesi Taormina ora non si accontenta di questa semplice proroga, anzi rilancia. 

«Abbiamo incassato il risultato di una proroga e rileviamo che il presidente della Regione è stato contenuto, probabilmente troppo preoccupato da vicende terze che non ci appartengono, che tra l’altro non appartengono a questo Governo che lui presiede e soprattutto non appartengono alla tutela del bene primario della salute dei bambini», sottolinea Beppe Picciolo, capogruppo all’Ars di “Pdr- Sicilia Futura”.

«Nel frattempo le beghe tecniche o amministrative andranno risolte in altre sedi e, mi auguro, una volta per tutte- aggiunge il deputato regionale- Certamente non potranno più essere usate quale alibi per non fare o peggio non far fare».

Poi Picciolo aggiunge: «In questo anno di proroga lavoreremo, già da subito, per dimostrare l’utilità del centro “Bambino Gesù” di Taormina e la baricentricità anche rispetto alla vicina Calabria, con la quale auspichiamo una fattiva ed unitaria collaborazione sanitaria con la mediazione Ministeriale».

«Voglio inoltre ringraziare- ha concluso Picciolo- insieme alla Amministrazione di Taormina ed ai comitati dei genitori, personalmente sia l’assessore alla Salute, Baldo Gucciardi, che il direttore generale dell’Asp, Gaetano Sirna, per la sensibilità, l’attenzione e la professionalità con i quali hanno affrontato questo tema, mettendoci la faccia e, loro sì davvero, anche assumendosi personali responsabilità nel solo ed unico interesse dei piccoli pazienti e della buona sanità».

E sulla vicenda interviene anche Mariella Gullo, deputato di Forza Italia, componente della Commissione parlamentare Affari Sociali: «La notizia della proroga di un anno della convenzione con il Bambin Gesù non può che essere accolta con grande soddisfazione. Il problema della Cardiochirurgia pediatrica a Taormina è solo rinviato di un anno e per questo dobbiamo remare tutti nella stessa direzione per impedire che avvenga il trasferimento a Palermo dopo che sono stati investiti soldi per il reparto di Taormina».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati