neonato operato al cuore primario aggredito parcheggio ospedale taormina cardiopatici pacemaker parcheggio

Dal palazzo

La nota

Cardiochirurgia pediatrica di Taormina, Ugl Salute: «Finalmente la richiesta di deroga»

Il sindacato sottolinea che è passato un anno dall'annuncio della Regione di volere inoltrare l'istanza al Ministero della Salute

Tempo di lettura: 1 minuto

«Ad un anno esatto dall’annuncio dell’assessore della Salute, era il 16 maggio 2023, che la Regione Siciliana avrebbe richiesto la deroga per la Cardiochirurgia Pediatrica di Taormina, finalmente, viene ufficializzata la richiesta di deroga al Ministero della Salute». Lo affermano da Ugl Salute Messina, commentando l’annuncio della Regione e manifestando «grande soddisfazione poichè da sempre abbiamo sostenuto che le due Cardiochirurgie Pediatriche di Taormina e Palermo potessero coesistere e che la soluzione della deroga al DM 70 era l’unica percorribile».

Il sindacato aggiunge: «Finalmente capiamo a che punto si trova l’iter e riteniamo si tratti di un passo fondamentale, e ci auguriamo decisivo, per salvare il CCPM di Taormina. Ora è necessario che il Ministero della Salute risponda in tempi rapidi, ricordando che la scadenza della proroga è al 31 luglio. Con questo presupposto, anche un’ulteriore proroga tecnica è accettabile».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche