Dal palazzo

L'annuncio

Cardiochirurgia pediatrica a Taormina, si va verso un rinnovo pluriennale

Il tema è stato trattato duranta una seduta della Commissione Sanità dell'Ars, durante la quale è intervenuta l'assessore Volo

Tempo di lettura: 3 minuti

Si punta dritti verso il rinnovo pluriennale della convenzione sulla Cardiochirurgia pediatrica dell’Ospedale San Vincenzo di Taormina, da anni gestita dal “Bambino Gesù” di Roma. Non una semplica proroga, dunque, come era avvenuto nei mesi scorsi, ma il potenziamento su alcuni parametri per i prossimi anni avvenire (almeno cinque).

«In commissione Sanità dell’Ars– spiega ad Insanitas il presidente Giuseppe Laccoto– abbiamo chiesto che si lavori per il mantenimento della convenzione e nello stesso tempo che si punti al potenziamento delle attività anche ambulatoriali sparse sul territorio per le prestazioni di media e bassa intensità in tutta la Sicilia. Attualmente a Taormina si praticano 160 interventi di cardiologia pediatrica l’anno ma la speranza è che nei prossimi anni si possano aumentare le prestazioni. Abbiamo infatti espresso tutti la necessità di fare diminuire l’immigrazione sanitaria in materia pediatrica che alla Regione Siciliana costa 20 milioni di euro l’anno»

Soddisfazione esprime anche l’onorevole di Fratelli d’Italia, Pino Galluzzo in merito alla decisione espressa dal Governo e dall’assessore Giovanna Volo, precisando: «È senz’altro opportuno che si mantenga la cardiochirurgia pediatrica del Bambino Gesù a Taormina ma i fondi necessari a tenerla aperta (circa 5 milioni di euro l’anno) devono essere aggiuntivi al tetto di spesa già assegnato, così come va rivista la pianta organica dell’Asp di Messina ancora al vaglio dell’assessorato. L’ospedale di Taormina, come molti, paga la carenza dei medici ma è un ospedale importante perché si trova nell’aria a più alta densità di turismo della Sicilia e noi non possiamo permettere di depotenziarlo».

«Sono molto soddisfatto per l’esito di questo confronto- dichiara il deputato regionale del Pd Calogero Leanza, vicepresidente della Sesta Commissione- nel quale abbiamo trovato ampia disponibilità da parte dell’ospedale ‘Bambino Gesù’ di rimaner operativi nel nostro comprensorio. Il lavoro di squadra con gli amministratori sul territorio ha funzionato ed è stato ascoltato. La convenzione tra la struttura d’eccellenza romana e il San Vincenzo di Taormina scadrà il prossimo 31 luglio, ma dopo l’audizione di oggi siamo molto più sereni e fiduciosi che il Centro cardiologico del Mediterraneo continuerà a operare con l’eccellenza che l’ha contraddistinto in questi anni».

Un quesito però non è ancora chiarito: considerato che la normativa in materia prevede una sola Cardiochirurgia pediatrica ogni sei milioni di abitanti, cosa accadrà al San Vincenzo di Taormina quando sarà riavviata quella dell’Arnas Civico a Palermo?

Alla riunione ha partecipato anche la presidente dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, Mariella Enoc, insieme a una delegazione della struttura romana, il primario del Centro taorminese, Sasha Agati, il direttore generale dell’assessorato alla Salute Mario La Rocca, il capo di gabinetto Giuseppe Sgroi e una delegazione di sindaci del Messinese, con il primo cittadino di Taormina, Mario Bolognari, che insieme al deputato dem e al segretario provinciale del Pd Nino Bartolotta si sono spesi sin da subito, appresa la notizia della possibile chiusura dell’importante struttura; i sindaci di Castelmola, Orlando Russo; di Santa Teresa di Riva, Danilo Lo Giudice; di Giardini Naxos, Giorgio Stracuzzi e la presidente del Consiglio comunale di Taormina, Lucia Gaberscek.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1


    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche