ASP e Ospedali

Il commento

Cardiochirurgia pediatrica a Palermo, il plauso di 6 associazioni per la riapertura

«Il reparto dell'Arnas Civico colmerà una lacuna del sistema sanitario regionale siciliano durata 13 anni».

Tempo di lettura: 3 minuti

«Con grande gioia accogliamo la notizia della riattivazione del Reparto di Cardiochirurgia Pediatrica presso l’Ospedale Civico di Palermo che avverrà dopo 13 anni di inattività». Lo scrivono in un comunicato stampa congiunto l’ Associazione APS/ETS “Movimento per la Salute dei Giovani”, l’A.S.Tra.Fe. “Associazione Siciliana per il Trapianto di Fegato”, l’Associazione Diabetici della Provincia di Palermo Vincenzo Castelli/ODV, l’A.N.I.O.- ONLUS “Associazione Nazionale per le Infezioni Osteo-articolari”, l’A.D.I.S. “Associazione Donatori Italiani Sangue” e l’Associazione Italiana Cuore Rianimazione “Lorenzo Greco” Onlus commentando la notizia data in anteprima da Insanitas il 24 aprile.

«L’annosa e pluriennale questione è stata definita con l’eccellente impegno del Direttore Generale dell’ARNAS/Civico di Palermo, Roberto Colletti, che con il suo staff tecnico sanitario ha elaborato un capitolato che vincola il partner tecnico, prescelto con un Bando Pubblico, ad eseguire a Palermo interventi di alta complessità così come era prescritto nelle varie disposizioni istituzionali emanate fin dal 2014- si legge nel comunicato- Il reparto ristrutturato è dotato di 11 posti letto e 4 di terapia intensiva, nonché di sale operatorie ed una sala ibrida con apparecchiature all’avanguardia che consentiranno di svolgere sia l’attività chirurgica tradizionale che interventistica a guida radiologica. Questo garantirà l’offerta di servizi sanitari regionali ai migliori standard di livello nazionale».

«La riattivazione della Cardiochirurgia Pediatrica di Palermo colmerà una lacuna del sistema sanitario regionale siciliano durata 13 anni, e segnerà un ulteriore passo in avanti nella cura delle patologie cardiache congenite nei piccoli pazienti e negli adulti “GUCH” (Grown Up Congenital Heart). L’Unita Operativa Complessa, che fu costituita a Palermo dal Professore Carlo Marcelletti, di cui il 6 maggio ricorreva il quattordicesimo anno della sua dipartita, rappresentava un’eccellenza sanitaria con un bacino di utenza che andava oltre i limiti regionali. Successivamente, purtroppo, non è cessata la migrazione dei cardiopatici congeniti verso gli ospedali di altre regioni italiane, alimentando quella mobilità passiva di pazienti che da anni affligge il sistema sanitario isolano. Tuttavia, siamo certi che la pluriennale e riconosciuta esperienza, per le cure cliniche e chirurgiche delle patologie cardiache congenite, dell’IRCCS Policlinico San Donato di Milano siano fondamentali per la realizzazione di un grande centro di eccellenza sanitaria nel capoluogo siciliano».

I firmatari del comunicato sottolineano: «Ringraziamo il Presidente Schifani, l’Assessore Volo e tutti coloro che si sono impegnati per raggiungere questo importante risultato, auspicando che a questo se ne aggiungano altri per il miglioramento di tutto il sistema sanitario regionale siciliano. Doveroso è anche l’apprezzamento per l’incessante ed operoso sostegno del Prof. Roberto Lagalla, prima da Assessore e poi da Sindaco di Palermo, che è stato determinante per l’esito positivo di questa importante risoluzione. Oltremodo il compiacimento va rivolto all’Associazione “Movimento per la Salute Giovani” nella persona del suo presidente Fabrizio Artale per lo straordinario impegno svolto per il ripristino di questa vitale attività medica. La tenacia e la costante attività sono state fondamentali per raggiungere questo traguardo, pertanto, il suo infaticabile impegno non può essere sottovalutato. Inoltre, l’Associazione in questi anni è divenuta un punto di riferimento fondamentale per l’assistenza a tante famiglie e per rilevanti attività socio/sanitarie, che proseguiranno con profuso impegno».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche