Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

I dettagli

Cardiochirurgia e Neurochirurgia pediatrica a Palermo, si allungano i tempi

L'Arnas Civico nei mesi scorsi aveva fatto partire l'iter per le richiesta di manifestazione d'interesse. Ora annuncia un bando con scadenza il 31 dicembre.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Rispetto a quanto previsto, si allungano i tempi per avere il reparto di Neurochirurgia Pediatrica in Sicilia e della Cardiochirurgia Pediatrica a Palermo, per cui era stata pubblicata dall’Arnas “Civico” di Palermo una manifestazione di interesse. Oggi, infatti, il direttore generale del Civico, Roberto Colletti, ha ricevuto due rappresentanti delle associazioni dei piccoli pazienti – Cira Maniscalco, presidente del CO. SMA. NN e Fabrizio Artale, presidente del Movimento per la Salute dei Giovani- i quali fanno sapere ad Insanitas che la direzione del Civico avrebbe deciso di annullare la manifestazione di interesse, non ritenendo che le offerte ricevute fossero adeguate al servizio che si intende offrire ai siciliani. A manifestare il proprio interesse erano stati l’ISMETT di Palermo per entrambe le branche pediatriche e per la cardiochirurgia si sono proposti l’ospedale di San Donato Milanese, il Bambin Gesù di Roma. La direzione del Civico ha comunicato l’intenzione di presentare a breve un bando di più ampio, di respiro internazionale, il che dovrebbe avere come conclusione della procedura il 31 dicembre 2021.

LA REPLICA DI COLLETTI

«Noi non abbiamo bloccato nulla, la procedura sta andando avanti perché quello che abbiamo fatto prima si chiamano consultazioni preliminari di mercato che presuppongono poi la pubblicazione di un bando pubblico. È una gara per impiantare neurochirurgia e cardiochirurgia pediatrica, per cui non c’era nessuna conclusione entro il 30 giugno perché le consultazioni preliminari servono per avvisare gli operatori e per far sì che gli stessi possano dare dei suggerimenti all’amministrazione nella formulazione dell’appalto successivo, possono svolgere consultazioni di mercato per la preparazione dell’appalto per lo svolgimento delle relative procedure- precisa ad Insanitas Roberto Colletti, direttore generale dell’Arnas Civico – Quindi, noi stiamo accelerando il procedimento per arrivare entro fine anno, come ho detto più volte, all’aggiudicazione del soggetto contraente. Fin da principio, noi stiamo cercando di fare una struttura che eviti i viaggi della speranza, la manifestazione di interesse nel nostro caso si chiama consultazione preliminare di mercato che serve per avere dei suggerimenti da parte degli operatori economici nella costruzione di un bando d’appalto. È anche un modo per informarli degli appalti e dei requisiti richiesti per partecipare».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati