Dal palazzo

Il resoconto

Caltanissetta, incontro formativo su appropriatezza prescrittiva degli antibiotici e resistenze batteriche

Rivolto agli odontoiatri dell'ennese e del nisseno, si è svolto nella giornata di sabato 13 maggio.

Tempo di lettura: 2 minuti

“Appropriatezza prescrittiva degli antibiotici e resistenze batteriche”, questo il titolo dell’incontro formativo rivolto agli odontoiatri dell’ennese e del nisseno svoltosi nella giornata di sabato 13 maggio a Caltanissetta. “È ormai un argomento molto importante e sentito in Italia” ha spiegato il Presidente nisseno della Commissione Albo Odontoiatri, Giuseppe Costa. Le CAO degli OMCeO di Caltanissetta e Enna quest’ultima guidata da Antonino Carmelo Cassarà, hanno infatti fortemente voluto questo appuntamento formativo organizzato dal Dipartimento di Scienze Biomediche, Chirurgiche e Odontoiatriche dell’Università di Milano, con il patrocinio di FNOMCEO e Andi.

L’ha definito “un tema di estrema attualità” il relatore unico dell’evento Roberto Mattina, nonché direttore della Scuola di Specializzazione in Microbiologia e Virologia dell’Università di Milano. “È un’emergenza di sanità pubblica non solo a livello italiano, ma a livello mondiale- ha sottolineato- Rischiamo che gli antibiotici non agiscano più, non siano più efficaci e se questo dovesse accadere, come purtroppo diventa sempre più probabile, non avremmo più armi per curare le infezioni, almeno quelle batteriche. Quindi è necessario che tutti coloro che prescrivono gli antibiotici– ha aggiunto- odontoiatri, medici abbiano un’attenzione particolare, una prudenza per prescrivere gli antibiotici in maniera appropriata”.

Diventa fondamentale dunque fare formazione e informazione rivolgendosi “agli odontoiatri, ai medici, ma io allargherei la platea anche ai farmacisti, ai veterinari e perché no anche alla cittadinanza comune- ha precisato ancora Mattina- perché gli errori che vengono commessi dalle varie categorie di colleghi e di cittadini stimolano sempre più le resistenze batteriche, per cui dovremmo avere un comportamento più prudente, più appropriato se non vogliamo bruciare queste armi fondamentali, che da un secolo a questa parte hanno fatto sì che tante infezioni batteriche oggi siano sotto controllo e quindi potrebbe succedere un problema ben più grave della pandemia da Covid che purtroppo ancora stiamo vivendo”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche