ASP e Ospedali

Urologia

Calcolosi urinaria, nuovo sistema laser a olmio all'”Umberto I” di Enna

Il nuovo sistema permette di ridurre i tempi delle sedute operatorie con minore esposizione anestesiologica e radiologica.

Tempo di lettura: 2 minuti

ENNA. L’Unità Operativa Complessa di Urologia dell’Ospedale Umberto I di Enna aumenta la dotazione tecnologica con l’acquisizione del nuovissimo sistema laser a olmio ad altissima potenza, 100 watt, da utilizzare per il trattamento della calcolosi urinaria. Il nuovo sistema completa la dotazione strumentale a disposizione del reparto affiancandosi alle già presenti attrezzature, pluri e monouso, di endourologia e al sistema di Litotrissia extracorporea presente in pianta stabile presso l’Unità Operativa di Urologia dell’ospedale ennese.

Il dott. Giovanni Bologna, Direttore facente funzione dell’Urologia, ringrazia, a nome suo e dei suoi collaboratori, i medici Emilio Malacasa, Tommaso Torre, Francesco Failla, Daniele Campisi e Carmelo Di Franco,  il Direttore Generale, Francesco Iudica, e il suo staff, «per averci permesso di acquisire l’innovativa e potente attrezzatura. Il laser a olmio, per l’alta potenza e la versatilità, ci permetterà di migliorare sensibilmente il trattamento di tutti i tipi di calcoli urinari, in particolare di quelli intrarenali, duri e di volume considerevole. Il nuovo sistema, unico in Sicilia al momento, permette di ridurre i tempi delle sedute operatorie con minore esposizione anestesiologica e radiologica; è dotato, inoltre, della capacità di annullare l’effetto di retropulsione del calcolo e dell’effetto DUSTING (polverizzazione) tra i migliori in commercio».

Inoltre, aggiunge: «La qualità delle prestazioni aumenterà in modo considerevole per i nostri pazienti, molti numerosi, sia in regime di elezione che in urgenza, e provenienti anche dalle province vicine di Caltanissetta, Catania e Agrigento. L’impiego del nuovo laser ci permetterà, in un prossimo futuro, anche il trattamento di altre patologie, a partire da quella prostatica benigna con metodi innovativi, quali l’HOLEP, e nel campo delle stenosi uretrali».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.