Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Coronavirus

Boom di vaccinazioni dei giovani: esauriti AstraZeneca e Johnson & Johnson

Alla Fiera del Mediterraneo di Palermo un dato in netta controtendenza rispetto a quanto accadeva prima dell'apertura delle somministrazioni ai maturandi.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. In netta controtendenza con quanto successo finora alla Fiera del Mediterraneo di Palermo oggi pomeriggio sono finiti i vaccini AstraZeneca e Johnson & Johnson, come confermato ad Insanitas dal Commissario per l’Emergenza Covid di Palermo, Renato Costa: «La tendenza si è invertita finalmente. L’impulso è sicuramente stato dato dai maturandi che hanno richiesto il monodose Johnson & Johnson e hanno fatto tranquillamente anche l’AstraZeneca. Per fortuna almeno loro si stanno vaccinando serenamente. Adesso non c’è un blocco, stiamo soltanto spostando gli appuntamenti per cercare di rispettarli tutti perché sono tanti, si tratta solo di un riaggiunstamento.

«Sono già oltre mille i maturandi che, a Palermo, si sono volontariamente sottoposti al vaccino anti-Covid». Lo afferma l’assessore regionale all’Istruzione e alla formazione professionale, Roberto Lagalla, che, accolto da Costa, ha fatto visita all’hub della Fiera del Mediterraneo. «I dati raccolti questa mattina dimostrano come la popolazione studentesca abbia reagito molto positivamente all’iniziativa regionale volta a mettere in sicurezza quanti più ragazzi possibile in vista dei prossimi esami di maturità, a partire da metà giugno- aggiunge- I giovani hanno compreso il valore della campagna vaccinale e l’importanza di tutelare la salute di sé stessi e dei propri compagni, in una fase ancora attiva della pandemia. Sono certo che questi numeri continueranno a crescere nelle prossime ore, non solo a Palermo ma anche in tutti gli altri punti vaccinali messi a disposizione in Sicilia».

Dal 26 maggio, infatti, così come previsto dall’ordinanza del presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, senza necessità di prenotazione e su base volontaria, gli studenti frequentanti il quinto anno degli istituti superiori, muniti di apposita attestazione scolastica, potranno essere immunizzati, avviando di fatto la stagione vaccinale delle generazioni più giovani alle quali, in queste ore, anche il governo nazionale guarda per assicurare una più ampia e diffusa azione anti-Covid entro l’estate.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati