ASP e Ospedali

La nota

Bonus Covid, la Uil Fpl: «Lavoratori del Giglio esclusi, è un’ingiustizia»

Il sindacato denuncia una disparità di trattamento dell'emendamento che invece lo prevede per i lavoratori di Ismett e Buccheri La Ferla.

Tempo di lettura: 1 minuto

«C’è stata una disparità di trattamento a danno dei lavoratori dell’ospedale Giglio». Lo denuncia la Uil Fpl con una nota a firma di Alfredo Orofino e Salvatore Sampino, commentando l’emendamento con cui l’Ars ha dato il via libera all’erogazione del Bonus Covid per i dipendenti dell’Ismett e del Buccheri La Ferla.

«Se di giustizia si può parlare, è una giustizia parziale- scrivono i due sindacalisti- Non si comprendono, infatti, quali siano i motivi che hanno portato i firmatari di tale emendamento ad escludere gli operatori del Giglio, che parimenti ai colleghi dell’Ismett e del Buccheri La Ferla hanno operato in periodo pandemico con spirito di abnegazione e sacrificio».

Per questo motivo la Uil Fpl  «adotterà tutte le azioni al fine di porre un correttivo a tale evidente ingiustizia» e valuterà «l’eventuale proclamazione dello stato di agitazione dei personale della Fondazione Giglio di Cefalù».

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche