Bonino Pulejo, progetto di ricerca scientifica si classifica quinto in Italia

22 Luglio 2020

Nell’ambito del Bando del Ministero dello Sviluppo Economico per il finanziamento di progetti di potenziamento e capacity building degli Uffici di Trasferimento Tecnologico.

 

di

Importante riconoscimento per l’IRCCS Centro Neurolesi Bonino Pulejo di Messina nell’ambito del Bando del Ministero dello Sviluppo Economico per il finanziamento di progetti di potenziamento e capacity building degli Uffici di Trasferimento Tecnologico (UTT), con l’obiettivo di rafforzare e facilitare le relazioni tra il mondo della ricerca e il sistema produttivo.

Il progetto dell’IRCCS Bonino Pulejo si è classificato quinto su 33 proposte, precedendo importanti Università ed Enti di Ricerca nazionali.

Soddisfazione del Direttore Scientifico dell’IRCCS, Dino Bramanti: «Un risultato che conferma le qualità professionali dei ricercatori dell’IRCCS e nel caso specifico della squadra del Grant Office- Technology Transfer Office che ha redatto il progetto, e che ci ha visto competere contro importanti realtà della Ricerca scientifica nazionale. Un plauso va al Ministero della Salute che sta puntando su questo settore, che con la recente approvazione della Piramide della Ricerca ha riconosciuto figure professionali innovative in settori come quello del trasferimento tecnologico, e sta consentendo agli IRCCS di competere con i principali attori della ricerca nazionale ed internazionale, in ambiti innovativi che richiedono figure altamente specializzate e con formazione specifica».

Il Direttore Generale Vincenzo Barone ha ricordato: «Il Bonino Pulejo è un IRCCS e la sua specificità è proprio nella Ricerca e nella capacità di attrarre fondi per la ricerca per finanziare queste attività e i ricercatori stessi. Non esistono sovvenzioni a pioggia, ogni euro investito in ricerca è figlio di un progetto, di una valutazione e di una rendicontazione finale che deve sempre soddisfare specifici e rigorosi parametri».

Il responsabile del progetto, Fabrizio Denaro, ha sottolineato: «L’attuazione del progetto favorirà lo sviluppo di percorsi dedicati ad identificare e valorizzare i risultati della ricerca, il trasferimento tecnologico, la creazione e gestione di spin-off, favorendo il dialogo tra ricerca ed imprese. Tra l’altro avremo la possibilità di inserire nella nostra squadra due nuove figure di Knowledge Transfer Manager. La nascita del Technology Transfer Office dell’IRCCS è molto recente, risale al 2017, ma abbiamo già raggiunto buoni risultati, sia nel campo dei brevetti che dell’attrazione fondi e presto avremo altre interessanti novità».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV