Bonino Pulejo, evento sulla Donazione delle cornee

17 Febbraio 2020

Organizzato da Salvatore Leonardi, coordinatore locale dell’Irccs per la donazione degli organi.

 

di

Presso l’Irccs Bonino Pulejo il 15 febbraio si è svolto l’evento “La donazione delle cornee“ organizzato dal Salvatore Leonardi coordinatore locale dell’Irccs per la donazione degli organi.

Tra i partecipanti il Direttore Scientifico dell’Irccs, Placido Bramanti, il Direttore Amministrativo, Maria F. Crupi, il Presidente Provinciale dell’AIDO, Agostino Mallamace, il Presidente dell’ordine dei Medici di Messina,  Giacomo Caudo.

Ed ancora: il Direttore CRT Operativo Bruna Piazza, il Coordinatore Locale donazione e trapianti del Policlinico Francesco Puliatti e Alessandro Meduri, dirigente medico oculista trapiantologo.

Momento centrale dell’evento, la lectio magistralis dal titolo “Donazione e Trapianto di tessuti oculari in Italia” tenuta da Diego Ponzin, Direttore della Fondazione Banca Occhi del Veneto Onlus con cui l’IRCCS ha sottoscritto nel mese di ottobre 2019 una convenzione che ha reso possibile la formazione dei medici prelevatori, svoltasi presso la sede della Fondazione di Mestre, dove tre dirigenti medici anestesisti del Bonino Pulejo (Leonardi, Trifilò e Stavridou) hanno avuto la possibilità di confrontarsi con la realtà del Veneto in tema di donazione delle cornee.

Tutte le informazioni per la donazione delle cornee sono reperibili sul sito dell’IRCCS www.irccsme.it.

La cornea è il tessuto trasparente che costituisce la parte anteriore dell’occhio,ha la funzione di lasciar passare la luce permettendo alle immagini di imprimersi sulla retina, fa parte del bulbo oculare che è l’organo della vista.

Se danneggiata a causa di malattie o incidenti, perde la sua trasparenza quindi le immagini non sono più chiare, con compromissione della visione.

Il trapianto di cornea risulta un intervento necessario per permettere il recupero della vista è un intervento sicuro, rari i casi di rigetto.

La donazione di Cornee risulta la condizione necessaria al fine di permettere il successivo trapianto in persone che spesso sono giovani e che attendono che da un gesto di amore possa riprendere, per loro, una vita normale.

Tutte le persone decedute in età compresa tra i 4 a 79 anni sono potenziali donatori. Il prelievo può essere fatto dai medici prelevatori anche a domicilio ed entro le 24 ore dal decesso.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV