Salute e benessere

L'intervista video

Blefaroplastica non chirurgica, Alioto: «Ecco i risultati della mia tecnica»

Il medico estetico palermitano interviene sulle cosiddette "borse" palpebrali tramite un filler utilizzato con tecnologia Shyalt Ultrapure.

Tempo di lettura: 3 minuti

La blefaroplastica non chirurgica nel trattamento del tear trough con un filler utilizzato con tecnologia Shyalt Ultrapure. È la tecnica sperimentale del medico estetico palermitano Alfredo Alioto che sarà presentata a Milano in occasione del congresso Agorà di Medicina Estetica. Una nuova prospettiva terapeutica non invasiva e indolore che con una seduta all’anno e un basso quantitativo di prodotto risolve gli inestetismi dello sguardo.

Si tratta di una tecnica che ridona luce al viso e che non richiede né un intervento chirurgico né tempi di inattività. La correzione del solco lacrimale con acido ialuronico è il trattamento per chi vuole ridurre le occhiaie e coprire il solco che evidenzia le borse palpebrali inferiori al fine di ottenere uno sguardo più fresco e giovane senza ricorrere al bisturi.

Qual è la prima cosa che attenziona nel paziente?
«La prima cosa che guardo quando arriva un paziente, malgrado mi chiedano un solo trattamento da fare, è l’intero viso. La mia particolare attrazione è rivolta allo sguardo che dimostra l’età, lo status, eventuali problemi interiori e lo stato emotivo della persona».

A proposito di sguardo, lei ha perfezionato una tecnica. Quali sono i dettagli?
«La tecnica è il trattamento del Tear trough noto anche come solco lacrimale che interviene appunto sull’inestetismo nell’area posizionata fra il naso fino al canto esterno dell’occhio. Si tratta di una zona molto delicata che con l’invecchiamento si accentua dando origine alla comparsa delle cosiddette “borse sotto-oculari”, conferendo agli occhi un aspetto stanco. Questo gonfiore si può risolvere con la blefaroplastica non chirurgica, una tecnica utilizzata nel tentativo di coprire e risolvere questo inestetismo. Un trattamento non permanente ma eseguendolo una volta l’anno o poco meno dà dei grandi risultati».

In cosa consiste la tecnica?
«La tecnica che ho sviluppato agisce in maniera superficiale nel sottocute ed è molto semplice. Fondamentale la sinergia con un filler in particolare utilizzato con tecnologia Shyalt Ultrapure, che oltre la sua quota parte di filler volumizzante ha il 10% di acido ialuronico libero. Questo mi permette di ottenere, nell’arco di 15-20 giorni, anche un’azione bio-ristrutturante della parte trattata. Dopo la perforazione della cute con un ago classico di dimensione normale, poi, entro con una cannula e inietto una quantità minima di questo prodotto per andare a riempire il solco lacrimale. Il trattamento è indolore e non è necessaria l’anestesia. Dopo venti giorni controllo la paziente e se l’azione bio-ristrutturante non è completata intervengo con un ritocco, senza dover utilizzare grandi quantità di prodotto ed è proprio questo il segreto fondamentale della mia tecnica».

La tecnica è stata già divulgata?
«Sì, ho parlato in occasione di due congressi Internazionali di Medicina Estetica che si sono svolti a Bologna, il SIES e a Roma, il SIME. Oltretutto, nel mese di ottobre, a Milano sarà presentata nel congresso Agorà di Medicina Estetica la mia pubblicazione scientifica, un lavoro prodotto insieme alla casa farmaceutica che ha analizzato i risultati che ho ottenuto in circa un anno e mezzo da quando utilizzo la tecnica».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche