Dal palazzo

L'iniziativa all'Ars

Autismo, Venezia (Pd): «Ddl per prevedere misure e interventi a sostegno»

L'obiettivo è garantire il miglioramento delle condizioni di vita e l’inserimento nella vita sociale, scolastica e lavorativa.

Tempo di lettura: 3 minuti

«L’autismo interessa anche in Sicilia un elevato numero di persone e condiziona inevitabilmente la loro vita e quella delle loro famiglie, ma attualmente non abbiamo a livello regionale una legge organica che disciplini questo ambito. È il momento di colmare il vuoto normativo e per queste ragioni ho presentato insieme ai colleghi del gruppo parlamentare del PD un disegno di legge all’Ars che prevede interventi e nuove misure a sostegno dei soggetti autistici dal punto di vista sanitario, assistenziale e per quel che riguarda l’integrazione sociale estendendo il supporto anche ai componenti del nucleo familiare», ha dichiarato il parlamentare Fabio Venezia primo firmatario del ddl.

In Italia sono oltre 600 mila i soggetti autistici di cui circa 90 mila in Sicilia, anche se i dati regionali non sarebbero aggiornati. In Italia si stima che 1 bambino su 77 – nella fascia di età 7-9 anni – presenti un disturbo dello spettro autistico più o meno severo. Nel nostro Paese per ottenere la diagnosi certa sono mediamente necessari da 1 a 3 anni; inoltre più del 30 per cento degli adolescenti e degli adulti non riceve alcun intervento, mentre nel 20 per cento dei casi le famiglie inseguono la possibilità di trattamento che non sempre sono quelle opportune. Ad esempio in Sicilia a fronte di un numero crescente di diagnosi continua ad esserci un numero ridotto di operatori specializzati.

Il disegno di legge, firmato anche dagli altri deputati del gruppo del Partito Democratico, è composto da 13 articoli che prevedono, tra l’altro, l’istituzione del “Coordinamento regionale per i disturbi dello spettro autistico” ed il “Comitato tecnico-scientifico regionale per i disturbi dello spettro autistico”; la regolamentazione del “Centro di riferimento regionale per i disturbi dello spettro autistico”; l’istituzione sul territorio regionale di “Centri diurni e Centri residenziali per la prevenzione, la cura e il trattamento psico-educativo per le persone con disturbi dello spettro autistico”.

Altre misure prevedono attività di screening rivolte ai bambini al 18esimo mese di età per la diagnosi precoce. Sarà importante la collaborazione tra la Regione, il Ministero della Salute, le Università e gli IRCCS per la promozione di progetti di ricerca sulla conoscenza del disturbo dello spettro autistico. Altre norme contenute del ddl intendono favorire l’inserimento stabile nel mondo del lavoro per i soggetti con disturbi dello spettro autistico, e prevedono l’istituzione di un Fondo regionale destinato alle finalità descritte.

«Con questo disegno di legge- prosegue Venezia- intendiamo promuovere condizioni di benessere e di inclusione sociale delle persone con disturbi dello spettro autistico attraverso una rete integrata di servizi che possano garantire percorsi diagnostici, terapeutici, riabilitativi ed assistenziali per la presa in carico di minori e adulti. Si prevedono inoltre una serie di interventi per favorire l’integrazione sociale, scolastica e lavorativa, riconoscendo il ruolo determinante della famiglia quale parte attiva nell’elaborazione e nell’attuazione del progetto globale di vita».

«Mi auguro- conclude Venezia- che questo disegno di legge possa trovare la più ampia condivisione all’Ars. In una regione con un tessuto sociale spesso fragile come quello che abbiamo in Sicilia è più che mai necessario attivare tutte le misure a sostegno delle persone più svantaggiate».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche