Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
autismo

Dal palazzo

Commissione Sanità dell'Ars

Autismo in Sicilia, La Rocca Ruvolo: «Potenzieremo il ricorso all’inclusione socio-lavorativa»

Il presidente della Commissione Sanità dell'Ars: «Sarà rivolta agli autistici maggiorenni. L'obiettivo è un progressivo inserimento nella società anche attraverso il lavoro».

Tempo di lettura: 2 minuti

«Quando pensiamo all’autismo pensiamo sempre ai bambini, ma poi i bimbi crescono, aumentano le preoccupazioni e cambia il modo in cui poterli aiutare. Sono tanti gli over 18 affetti dalla sindrome che trovano problemi per la riabilitazione e l’integrazione, le convenzioni funzionano bene quando si tratta di bimbi, ma si riscontrano criticità per gli adulti, questo è un aspetto da approfondire».

Lo ha detto Margherita La Rocca Ruvolo ieri a Santa Margherita durante il seminario “Io ti vedo, ti sento, ti capisco” promosso in occasione della 11esima Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo. L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione “Corriamo insieme” in collaborazione con l’Associazione “Aut Out” ed il patrocinio dell’amministrazione comunale.

La parlamentare regionale ha incontrato i familiari di alcuni ragazzi autistici che hanno chiesto l’impegno della sesta commissione dell’Ars su diverse questioni.

«L’impegno che prendo è quello di lavorare a un progetto per gli autistici maggiorenni, per contribuire a migliorare la loro qualità di vita e quella delle loro famiglie. Pensiamo anche a iniziative per l’inclusione socio-lavorativa e altre attività d’integrazione. Un buon esempio in favore degli autistici arriva da Palermo, dove un progetto di sostegno specifico per gli adulti è stato realizzato dall’Asp e coinvolge 400 pazienti. L’obiettivo è un progressivo inserimento nella società anche attraverso il lavoro, su questo bisogna puntare in tutta la Sicilia».

«I ragazzi- ha spiegato Margherita La Rocca Ruvolo- hanno bisogno di essere supportati da operatori specializzati e delle strutture adeguate. Come commissione Salute dell’Ars ci faremo carico anche di questo. Si può fare molto lavorando tutti insieme: istituzioni, famiglie, associazioni e operatori che lavorano con grande impegno e senso di responsabilità. Dobbiamo creare una rete virtuosa sulla riabilitazione e sull’integrazione».

E ha concluso: «La politica deve essere attenta a queste problematiche portando un contributo fattivo, credo che questo governo regionale lo stia facendo, a cominciare dall’assessore per la Salute Ruggero Razza. La commissione Salute dell’Ars sta lavorando a pieno ritmo, c’è sintonia tra tutte le forze politiche senza distinzione, perché la salute va al di sopra di tutto e non ha colori politici. Il cittadino deve essere garantito nei servizi sanitari minimi, l’impegno da parte mia e della commissione che rappresento ci sarà appieno».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati