PUBBLIREDAZIONALE
laringectomizzati

Ausili respiratori e fonatori per laringectomizzati, garantita anche quest’anno la prosecuzione delle erogazioni

24 Ottobre 2019

“Tali dispositivi - spiega il signor Del Giudice, presidente dell’Associazione Laringectomizzati Sicilia Onlus - sono indispensabili per ogni paziente che vive questa condizione invalidante al fine di poter condurre una vita normale”

di Redazione

Grazie al contributo ed alla collaborazione dei funzionari dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Palermo, ed in particolare del dottor Maurizio Pastorello, in qualità di responsabile del Dipartimento del Farmaco, della dottoressa Irene Canzoneri e del dottor Rosario Oliveri del Dipartimento del Farmaco, del dottor Pietro Maria Caltagirone responsabile dell’ufficio Provveditorato e dell’interessamento del dottor Maurizio Montalbano Direttore Sanitario Aziendale, è stato possibile garantire la continuità, anche per quest’anno, del servizio di erogazione di dispositivi che necessitano ai pazienti che, per ragioni oncologiche, hanno subito l’asportazione dell’organo laringe, e che necessitano degli stessi per respirare e per poter tornare a parlare.

Tali dispositivi – spiega il signor Del Giudice, presidente dell’Associazione Laringectomizzati Sicilia Onlussono indispensabili per ogni paziente che vive questa condizione invalidante al fine di poter condurre una vita normale, poter riprendere ad avere delle relazioni sociali e lavorative, nonché poter salvaguardare la propria salute ed i corretti percorsi di riabilitazione post chirurgica”.

Non sono stati pochi, in passato, i casi di pazienti laringectomizzati che non riuscivano a risollevarsi da una precaria condizione psicologica, si chiudevano in loro stessi dentro casa ed interrompevano ogni relazione sociale, a volte con gli stessi familiari, peraltro con precarie condizioni di salute dovute all’assenza di percorsi riabilitativi. Da qualche anno quest’associazione è attivamente impegnata per garantire questi percorsi terapeutici i cui risultati si vedono giornalmente con grande soddisfazione ed entusiasmo dei nostri volontari.  Non poter parlare (giacché non avendo più le corde vocali è necessaria una protesi fonatoria che necessita di una periodica sostituzione) non poter uscire di casa per precarie condizioni respiratorie (in caso di mancanza di ausili appositi) sono fenomeni che ormai appartengono al passato.

Dopo una fase iniziale di assestamento, oggi, non posso che ringraziare di cuore tutti coloro che, sia negli ospedali che fuori, si dedicano a tali persone ed al contrasto di tale patologia e delle sue conseguenze negative”. “Un grazie particolare, inoltre, mi sento di rivolgere a tutti i Farmacisti e Farmaciste nonché i Funzionari delle A.S.P. siciliane che col loro lavoro, e col cuore, in questi anni hanno lottato al ns. fianco consapevoli delle difficoltà che il laringectomizzato incontra sia nel quotidiano che nell’immediato post chirurgico”.

I laringectomizzati siciliani, ad oggi, sono circa un migliaio e l’incidenza di tale patologia sta rappresentando, negli ultimi anni, dei preoccupanti picchi di crescita.

La nascita, in questi anni, di centri specializzati nella gestione di tale patologia (sia per la parte chirurgica che, cosa altrettanto importante, nella gestione post chirurgica multidisciplinare) ha rappresentato un segno di svolta nell’ambito sanitario siciliano che sta operando, inoltre, quale strumento di serio contrasto all’emigrazione sanitaria che, ad oggi, non si palesa più giustificata nella gestione di tale patologia.

Per tali ragioni cogliamo l’occasione per segnalare che i membri dell’associazione sono sempre disponibili per informazioni ai seguenti recapiti: mail: info@alasi.org – pec: alasi@pecsoluzioni.it  – Per info: www.alasi.org

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV