Assunzioni in vista, lista d’attesa ridotte e nuove attrezzature: ecco il bilancio dell’Asp di Caltanissetta

29 Luglio 2016

Obiettivi raggiunti e progetti in corso sono stati comunicati nel corso della conferenza stampa di questa mattina dal direttore generale Carmelo Iacono. Annunciati l’apertura entro dicembre del nuovo blocco operatorio e una applicazione per smartphone grazie alla quale il cittadino potrà direttamente prenotare visite ed esami.

 

di

CALTANISSETTA. Obiettivi raggiunti, ma anche qualche bella novità, sono stati comunicati nel corso della conferenza stampa di questa mattina dal direttore generale dell’Asp, Carmelo Iacono (nella foto).

Uno fra tutti, che di certo farà piacere ai tantissimi amanti delle attività all’aria aperta sarà la restituzione, in tempi brevi, del parco Dubini alla città. L’antico e rigoglioso polmone verde, uno dei più belli che il capoluogo possieda, sarà infatti – secondo quanto previsto dalla delibera in corso di approvazione – ripulito e reso fruibile, con dei cosiddetti “percorsi della salute”, per tutti i nisseni che vorranno fare corse e camminate al suo interno.

In tutto saranno investite meno di 40 mila euro ma prima i vertici dell’Asp dovranno riunirsi con Sovrintendenza, corpo forestale e associazioni cittadine per trovare soluzioni e interventi da praticare.

Ma passiamo alle comunicazioni riguardanti la sanità. Dal personale alle attrezzature, dagli ambienti ai servizi: quella messa in campo dal direttore generale Carmelo Iacono è una vera e propria rivoluzione. Il manager, attorniato dal suo staff, e da Alessandro Mazzara e Marcella Santino (rispettivamente direttore amministrativo e sanitario dell’azienda) questa mattina ha spiegato le azioni volte a migliorare il volto della sanità nissena.

«Per quanto riguarda il personale dipendente mi preme sottolineare- ha specificato il direttore generale- che per noi è la risorsa più importante e la soddisfazione dei nostri lavoratori uno dei nostri obiettivi fondamentali. Abbiamo innanzitutto richiesto alla Regione l’autorizzazione al concorso per i seguenti direttori di struttura complessa: per il Sant’Elia, Anatomia Patologia, Ostetricia e Ginecologia, Centro Trasfusionale, Malattie Infettive, Cardiologia, Patologia Clinica, Centrale Operativa 118, Urologia, per il Vittorio Emanuele di Gela, Malattie Infettive, Urologia, Breast Unit, Ortopedia e Patologia Clinica”.

«È stato effettuato il pagamento a tutti i dipendenti delle Unità Operative in regola con il raggiungimento degli obiettivi, del conguaglio premio di produttività degli anni 2013/2014; versato l’acconto del 50 per cento a tutti i dipendenti del premio di produttività 2016 erogato a Luglio; firmato il contratto integrativo aziendale del Contratto Nazionale di Lavoro 2006/2009 e reso attuativo dopo ben 10 anni; avviata la procedura di assegnazione delle fasce retributive al personale avente diritto e approvato il regolamento Alpi per regolare la libera professione».

Tra i punti fondamentali dell’attività svolta dallo staff diretto da Iacono c’è quello legato alle attrezzature: il 26 luglio sono stati eseguiti i primi esami della Tac/Pet, recentemente inaugurata, che adesso è a pieno regime; sono state acquistate cinque nuove tac per i presidi di Gela, Mazzarino, Niscemi, Mussomeli e San Cataldo e, tra gli strumenti di ultima generazione, è stata chiusa una trattativa per l’acquisto di 3 colonne endoscopiche di ultimissima generazione con campo visivo a 360 gradi per Gela, Caltanissetta, San Cataldo e Mussomeli, e un sistema di termocoagulazione e taglio Starion per l’Otorinolaringoiatria.

Il manager ha anche annunciato l’abbattimento delle liste d’attesa: da 11 a 3 mesi l’ecocolordoppler, da 5 a 1 mese le visite oncologiche, da 4 a 2 mesi visite neurochirurgiche e da 4 a 2 mesi la fisiopatologia respiratoria. «L’abbattimento delle liste d’attesa- ha spiegato Carmelo Iacono- è stato possibile in primo luogo perché lo abbiamo dato come obiettivo ai primari, poi perché abbiamo cercato di coprire tutti i posti vacanti con incarichi a tempo determinato e, infine, ponendo come condizione l’utilizzo delle attrezzature da noi fornite a tempo pieno».

Infine, Iacono ha annunciato l’apertura entro dicembre del nuovo blocco operatorio e la nascita di una nuova applicazione per smartphone grazie alla quale il cittadino potrà direttamente prenotare visite ed esami.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV