demansionamento infermiere pediatrico sciopero turni graduatoria

Assunzioni dei precari del Coronavirus? «Prima la mobilità di chi lavora fuori Sicilia»

29 Aprile 2020

L'appello è contenuto in una lettera sottoscritta da un centinaio di infermieri e Oss, inviata al ministro della Salute, al governatore Nello Musumeci e all'assessore alla Sanità, Ruggero Razza.

 

di

PALERMO. Una corsia preferenziale per assumere a tempo indeterminato gli operatori sanitari reclutati durante l’emergenza causata dal Coronavirus? «No, prima si concludano le procedure di mobilità di chi da anni lavora lontano dalla Sicilia».

L’appello è contenuto in una lettera sottoscritta da un centinaio di infermieri e Oss, inviata al ministro della Salute, al governatore Nello Musumeci e all’assessore alla Sanità, Ruggero Razza.

«I sanitari siciliani impegnati a fronteggiare l’emergenza da COVID-19 nelle diverse strutture italiane manifestano la preoccupazione circa un’eventuale stabilizzazione dei precari recentemente reclutati per far fronte all’emergenza COVID-19 in Sicilia- sottolinea l’avvocato Licata- Una misura del genere comporterebbe un danno grave e ingiusto nei confronti degli OSS e infermieri che sognano di poter ritornare a fornire il proprio contributo alla collettività di appartenenza».

Inoltre, nella missiva c’è la richiesta di «snellire l’iter burocratico al fine di accelerare le chiamate presso le Asp a cui hanno fatto richiesta di trasferimento, attraverso l’eliminazione dei colloqui motivazionali ed il mantenimento del solo criterio meritocratico dei titoli».

L’avvocato dei sanitari spiega: «Esiste poco margine di manovra per le sigle sindacali, se non concordare sulla soluzione più corretta e legittima, ossia la conclusione delle procedure di mobilità e, solo successivamente, indire procedure di stabilizzazione o di assunzione mediante concorso dei precari assunti in occasione dell’emergenza COVID-19, con tuttalpiù un incremento di punteggio per aver messo a disposizione la propria figura durante la pandemia».

Il legale aggiunge: «Gli attuali precari che si intenderebbe stabilizzare al più presto hanno l’unico merito di stare affrontando l’emergenza in Sicilia, anziché in altre regioni, come invece stanno facendo gli infermieri e gli OSS che mi onoro di rappresentare, che a differenza dei primi hanno ampia esperienza sul campo».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV