Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
fisioterapia spazio vitale

ASP e Ospedali

Asp di Palermo

Assistenza domiciliare, sospeso il passaggio fra enti erogatori ma continua il blocco delle prestazioni

I primi a prendere posizione sono stati i fisioterapisti che, con una nota inviata ieri all’ente erogatore, hanno già annunciato il prosieguo del blocco delle prestazioni

Tempo di lettura: 2 minuti

Accogliendo il ricorso degli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia il Tar di Palermo ha sospeso la delibera dell’Asp di Palermo con la quale veniva disposto l’avvicendamento degli enti erogatori del servizio di assistenza domiciliare integrata da Sisifo a Medicasa. L’udienza camerale per dirimere la questione è stata fissata per il 23.11.21. Quindi fino a quella data l’ATI Osa Sisifo è legittimata a proseguire l’erogazione del servizio.

Ma gli operatori sanitari non ci stanno. I primi a prendere posizione sono stati i fisioterapisti che, con una nota inviata ieri all’ente erogatore, hanno già annunciato il prosieguo del blocco delle prestazioni. Qui di seguito il testo della nota:

“I sottoscrittori della presente lettera,  collaboratori della cooperativa, in riferimento alla mail pervenuta in data odierna alle ore 12.27 da Sisifo con la quale veniva comunicato la proroga dell’assistenza domiciliare ADI palermitana a seguito della sospensiva del T.A.R., manifestano il proprio dissenso per la modalità di gestione della comunicazione in relazione al passaggio da Sisifo a RTI OSA-MEDICASA avvenuta  tramite mail soltanto il 25 Ottobre nella quale si specificava “Cessazione servizio ADI PALERMITANA dal 01/11/2021” e relativa consegna dei documenti relativi alle assistenze attive. Stessa situazione si evidenzia oggi nell’apprendere che con effetto immediato vi sarà la ripresa del servizio fino al 23 Novembre 2021. Prendendo atto dell’importanza e della necessità dell’erogazione dei servizi di assistenza domiciliare, i sottoscrittori concordano nella ripresa dell’attività solamente a condizione che venga riconosciuto per ogni accesso un importo pari ad euro 25 per  prestazione fino al 23 Novembre, data in cui scadrà l’ ennesima proroga dell’ affidamento della gara d’appalto. Dopo tale data, se confermata la permanenza della Cooperativa, si richiede un incontro ufficiale con i vertici e, se possibile per le parti, con componenti delle Cda e dello Spif Ar.  Certi di un vostro cortese e celere riscontro, si porgono distinti saluti. I Fisioterapisti ADI”

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati