assistenti sociali

Assistenti sociali siciliani, al via un appello a Razza: «Urgono assunzioni nelle Aziende sanitarie provinciali»

12 febbraio 2018

Il sindacato Sunas ha inviato all'assessore regionale alla Salute una lettera a firma del segretario generale Salvatore Poidomani.

 

di

Una nota inviata all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, per  segnalargli «la situazione di criticità riguardante la copertura dei posti di assistente sociale nell’ambito delle dotazioni organiche delle aziende sanitarie provinciali siciliane».

Mittente, il Sindacato Unitario Nazionale Assistenti Sociali (SUNAS). Il segretario generale Salvatore Poidomani (nella foto) premette che «purtroppo non sussistono, se non in rari casi, le condizioni per fare ricorso alle procedure di stabilizzazione previste dalle recenti normative».

Ed aggiunge: «È evidente, però, che il sottodimensionamento o addirittura l’assenza della figura dell’assistente sociale che si registra in molti servizi e strutture delle Aziende Sanitarie- spesso a causa dell’avvenuto collocamento in pensione di molti colleghi- e che da tempo come Sindacato Professionale continuiamo a segnalare, provoca il persistere di situazioni di difficoltà ma anche il mancato rispetto di orientamenti normativi nazionali e regionali».

Il Sunas sottolinea: «Garantire gli interventi dell’assistente sociale all’interno del sistema sanitario significa rispettare disposizioni normative ed orientamenti teorico-operativi a livello europeo, nazionale e regionale che pongono l’attenzione sull’importanza di dover rendere disponibili sul territorio competenze multiprofessionali e multidisciplinari, al fine di generare efficaci risposte multidimensionali alle esigenze dei cittadini che si rivolgono ai servizi pubblici ed assicurare una più adeguata ed efficiente integrazione socio-sanitaria sia all’interno che tra le diverse realtà istituzionali».

In quest’ottica «il ruolo dell’assistente sociale nel contesto del lavoro di equipe risulta fondamentale nello svolgimento di attività tese ad individuare e coordinare le risorse del territorio favorendo la programmazione degli interventi, leggendo i fenomeni e i problemi sociali in un’ottica di rete».

Infine, l’appello all’assessore Razza: «Pur nella consapevolezza dell’esigenze di contenimento e di sostenibilità della spesa pubblica che interessano la Regione Siciliana, le chiediamo di voler adottare atti ed interventi tesi alla soluzione dei problemi occupazionali degli assistenti sociali, non solo per rispondere alle istanze di categoria ma anche per assicurare livelli di assistenza fondati su criteri di efficienza, efficacia e qualità di cui possano beneficiare i cittadini siciliani».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Made with by DRTADV