morbillo farmaci oncologici violenza sessuale corruzione rete ospedaliera anestesisti commissari medicina generale cordoglio risparmio energetico contratti manager trauma center sclerosi multipla

Asp ed ospedali siciliani, nominati nove commissari “transitori”: tre le novità

20 Settembre 2018

Resteranno in carica 45 giorni in attesa della conclusione delle selezione relativa ai futuri direttori generali.

 

di

PALERMO. «In esecuzione delle delibere votate dalla Giunta e dopo la formalizzazione del Decreto del Presidente della Regione Siciliana, ho firmato ieri le nomine dei Commissari delle Aziende il cui vertice si era formato in costanza della norma su cui è recentemente intervenuta la Corte Costituzionale».

Lo afferma l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza (nella foto), aggiungendo: «Poiché la selezione dei nuovi direttori generali è di imminente conclusione, la nomina dei commissari è stata formalizzata per 45 giorni e ho avuto modo di chiarire a tutti che, nel rispetto del lavoro della Commissione, si è ritenuto di adottare il criterio di non confermare alcuno dei commissari nominati nella medesima azienda, nell’eventuale scelta discrezionale che presiede alla nomina dei direttori generali».

Ecco le tre novità: Arnas Civico di Palermo: Giovanna Volo (sostituisce Giovanni Migliore, trasferitosi a Bari), Villa Sofia- Cervello: Roberto Colletti (finora amministratore unico della Seus, prende il posto di Maurizio Aricò), Policlinico di Messina: Giuseppe Senzio Laganga (al posto di Michele Vullo).

Confermati, sempre per altri 45 giorni, altri sei: Antonio Candela (Asp di Palermo), Giovanni Bavetta (Asp di Trapani), Gervasio Venuti (Asp di Agrigento), Salvatore Lucio Ficarra (Asp di Ragusa), Fabrizio De Nicola (Policlinico di Palermo) e Giorgio Giulio Santonocito (Arnas Garibaldi di Catania).

Tutto ciò, appunto, nelle more della nomina dei nuovi dg, prevista da una selezione in corso avanzato di svolgimento: «Siamo la seconda Regione in Italia a procedere alla selezione dei vertici in costanza del nuovo modello nazionale- prosegue Razza- Ai nuovi direttori, che rimarranno in carica tre anni, chiederemo di lavorare in squadra per attuare la strategia di rilancio che in questi mesi abbiamo solo iniziato a realizzare».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV