Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Progetto triennale

Asp di Trapani, montagnaterapia per i malati oncologici

Il progetto della durata di tre anni e in collaborazione con la Sezione CAI di Erice e Agro Ericinosi, sarà messo in pratica a partire dalla prossima primavera.

Tempo di lettura: 3 minuti

TRAPANI. In Italia sono ormai centinaia le esperienze di montagnaterapia rivolte a ipovedenti, persone con disturbi psichici o disabilità fisiche, a bambini in difficoltà, a marginali, a persone dipendenti da sostanze, a pazienti cardiologici, oncologici, ortopedici.

A Trapani, primo esempio in Sicilia, grazie all’accordo tra l’Azienda Sanitaria Provinciale e la Sezione CAI di Erice e Agro Ericino, sarà possibile realizzare questa proposta terapeutica a favore dei malati oncologici.

Il progetto, della durata di tre anni, si propone, in particolare, di realizzare azioni e interventi congiunti, da mettere in pratica a partire dalla prossima primavera, monitorati dall’ASP e realizzati in collaborazione con l’ART, l’Associazione Registro Tumori. Saranno organizzate escursioni guidate dagli operatori del CAI sui sentieri della montagna di Erice che coinvolgeranno i pazienti, con l’obiettivo di ridurne il disagio fisico e psichico.

“Siamo molto contenti di avviare questa collaborazione con CAI e  ART – ha detto il commissario straordinario dell’Asp Paolo Zappalà – e ci prefiggiamo di realizzare molte di queste passeggiate che, a detta degli esperti, sono di indubbia utilità per i pazienti”.

All’attività potranno partecipare anche gli operatori sanitari, come spiega l’oncologo Filippo Zerilli, rappresentante dell’ART: “I benefici andranno anche a favore dei sanitari che curano i pazienti oncologici, e questo è l’aspetto innovativo del progetto, per aiutarli a fronteggiare l’elevato carico di stress legato ai loro compiti”.

Saranno studiate diverse tipologie di percorso, adattate alle diverse condizioni dei pazienti e saranno somministrati test psicologici prima e dopo le escursioni. Quello nato dalla convenzione stipulata a titolo gratuito, è un progetto che amplia l’offerta terapeutica dell’Asp di Trapani per il trattamento non solo farmacologico di questa tipologia di malati. L’auspicio è che da iniziativa pilota possa passare stabilmente tra le attività sanitarie garantite dall’Azienda Sanitaria Provinciale.

Come funziona la montagnaterapia? Attraverso l’organizzazione di uno o più piccoli gruppi, che prevedono dai 3 ai 10 partecipanti, si condivide un percorso, partecipando a sessioni di lavoro controllate, che ha come obiettivo il miglioramento della salute psicologica e fisica. Vengono anche stimolate le dinamiche di gruppo, con una forte attivazione a livello relazionale ed emotivo, le persone sono accomunate da obiettivi e mezzi condivisi e tutti i partecipanti sono ugualmente importanti.

Un elemento non trascurabile è quello che, agli obiettivi specificamente socio-sanitari, psicologici e riabilitativi, si affianca l’acquisizione, per i partecipanti, di competenze tecniche, ambientali e culturali come la conoscenza della flora e della fauna del territorio, degli aspetti climatici, della storia dei luoghi attraversati. Il contatto con l’ambiente montano e con la natura in generale si contrappone, così, ai ritmi tutt’altro che naturali che caratterizzano la nostra quotidianità: dall’inquinamento acustico e atmosferico allo stress legato a richieste, orari, scadenze, fretta nel mangiare, nelle relazioni, negli spostamenti.

L’aspetto “curativo”, quindi, non è l’unico legato a questo tipo di attività e si può vedere la montagnaterapia nell’ottica più ampia della promozione della salute e del benessere, intesi come qualcosa di più dell’assenza di malattia

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati