Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
buoni pasto punto nascite Alcamo

ASP e Ospedali

L'appello all'assessorato

Asp di Trapani, il Nursind: «Sia avviata ispezione sui costi dell’emergenza Coronavirus»

Il sindacato provinciale chiede un intervento dell'assessorato alla Salute per valutare le procedure di commissariamento.

Tempo di lettura: 2 minuti

TRAPANI. Un intervento dell’assessorato per valutare le procedure di commissariamento dell’Asp di Trapani così da avviare un’ispezione sui costi dell’emergenza covid19.

È questa la richiesta del Nursind Trapani che in una nota all’assessorato regionale alla Salute ha chiesto un incontro urgente sulla situazione dell’azienda sanitaria a seguito degli arresti domiciliari del direttore generale.

Il segretario territoriale Salvo Calamia (nella foto) aveva chiesto chiarimenti al nuovo direttore generale facenti funzioni, Oddo, sui compensi e sui costi dell’emergenza sostenuto, dubbi ai quali il manager aveva risposto ma con una nota ritenuta per nulla soddisfacente dal sindacato degli infermieri.

Calamia chiede quindi di poter visionare la documentazione relativa alle spese sostenute e informazioni sul tetto di spesa per incrementare fondi e potenziare le dotazioni organiche.

Tra gli argomenti oggetto del confronto richiesto, il Nursind solleva anche quello dei requisiti utili alla ripartizione del premio economico al personale interessato dall’emergenza Covid.

Il sindacato ha chiesto dei chiarimenti anche sulla grave carenza del personale infermieristico e Oss in tutti i presidi dell’Asp, sulle procedure di mobilità di bacino, su quella interna all’asp , sul personale in comando, sulle procedure relative al personale che ha acquisito i requisiti per avere diritto alla stabilizzazione per cui si attende delibera.

E ancora, sul personale ancora a Pantelleria che attende, dopo avere maturato il periodo obbligatorio di permanenza sull’isola, risposte concrete per il turnover, atto dovuto come per i precedenti. “Non si comprendono questi ritardi – dice Calamia – di una macchina amministrativa che potrebbe avere più velocità in tanti percorsi ma stenta”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati