ASP e Ospedali

Ecco i dettagli

Asp di Siracusa, tre nuovi servizi digitali nei pronto soccorso

Il monitoraggio web, i monitor informativi e il tracking in tempo reale. Caltagirone: «Permettono ai cittadini di avere informazioni precise e tempestive».

Tempo di lettura: 3 minuti

All’Asp di Siracusa 3  nuovi servizi informatici, pienamente attivi da lunedì 17 giugno. Nei Pronto soccorso degli ospedali di Siracusa, Avola/Noto, Lentini e Augusta, è anzitutto possibile verificare in tempo reale dalla home page del sito internet aziendale lo stato di affollamento aggiornato ogni 15 minuti e scegliere quella dove minore risulta il tempo di attesa.

Si può pure  verificare dalle sale di attesa, attraverso i nuovi monitor informativi installati, tutte le informazioni sullo stato reale delle attività del Pronto soccorso e, importante novità, consentire ad un parente che viene indicato dal paziente in accettazione, di ricevere (attraverso un sms nel proprio cellulare), un token ed un link web cui collegarsi, che lo informa costantemente sull’avanzamento dell’iter di cura nell’assoluta garanzia della privacy. Il parente potrà così avere informazioni sulla data e l’ora di ingresso, sul colore del codice assegnato, sulle tipologie di prestazioni richieste e sul loro stato di avanzamento dalla fase della richiesta, alla esecuzione, alla refertazione.

I nuovi servizi informatici sono stati voluti dalla direzione strategica aziendale per aumentare il livello di trasparenza e di informazione ai cittadini, snellendo i percorsi e facilitando l’accesso degli stessi alle strutture di Pronto soccorso, nonché a mantenere con i familiari un costante livello di informazioni sullo stato di avanzamento delle cure agli utenti gestiti in PS.

«L’implementazione di questi nuovi servizi digitali rappresenta un esempio concreto di come la tecnologia possa essere utilizzata per migliorare l’efficienza e l’efficacia dei servizi sanitari- afferma il direttore dei Sistemi informatici dell’ASP di Siracusa, Santo Pettignano– Questi strumenti digitali sono progettati per fare proprio questo. Siamo impegnati a continuare a innovare e a trovare nuove soluzioni che possano migliorare l’esperienza dei pazienti all’interno delle nostre strutture e supportare il lavoro del nostro personale medico ed infermieristico».

«L’introduzione di questi nuovi servizi digitali è un passo significativo verso una sanità più moderna e accessibile- dichiara il commissario straordinario Alessandro Caltagirone–  Il monitoraggio web, i monitor informativi e il tracking in tempo reale permettono ai cittadini di avere informazioni precise e tempestive, migliorando l’efficienza dei nostri Pronto soccorso e riducendo i tempi di attesa. Queste innovazioni facilitano l’accesso ai servizi di emergenza e rafforzano la fiducia della comunità nella nostra capacità di fornire cure di qualità in maniera trasparente e responsabile».

Caltagirone aggiunge: «Il lavoro dei nostri medici è sempre più arduo, anche alla luce delle aggressioni. Spero che questi servizi possano migliorare il rapporto di fiducia tra cittadini e operatori sanitari. Desidero ringraziare profondamente tutti coloro che lavorano in prima linea nell’emergenza urgenza per il loro instancabile impegno e la loro dedizione. Quanto messo in atto è una grande azione di trasparenza che impegna ad una forte responsabilità sia gli operatori che l’utenza nel corretto utilizzo dei moderni sistemi informatici».

In una nota inoltrata ai direttori responsabili dei PS, in uno alle Direzioni mediche di presidio, Caltagirone ha richiesto rigorosa attenzione nel verificare che tutti gli episodi di accesso, anche quelli gestiti in fast-track, siano puntualmente chiusi al fine di non fornire errate comunicazioni all’utenza.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche