Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Il taglio del nastro

Asp di Siracusa, dopo 26 anni di attesa al via la nuova Rsa di Pachino

Destinata a persone fragili non assistibili a domicilio, con 45 posti letto di cui dieci dedicati al Modulo Alzheimer per pazienti con patologie neurodegenerative.

Tempo di lettura: 3 minuti

SIRACUSA. Una struttura extraospedaliera all’avanguardia, destinata a persone fragili non assistibili a domicilio, con 45 posti letto di cui 10 dedicati al Modulo Alzheimer per pazienti con patologie neurodegenerative. È la nuova Residenza Sanitaria Assistenziale nell’ex ospedaletto di contrada Cozzi a Pachino che da oggi, dopo ventisei anni di attesa, è una realtà. A presiedere la cerimonia di inaugurazione, assieme al direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra, alla presenza del direttore sanitario Salvatore Madonia, del direttore esecutivo della RSA Salvatore Ferrara, del commissario del Comune di Pachino Vincenzo Lo Fermo in rappresentanza dei tre commissari, dei sindaci della zona sud, parlamentari, autorità civili e militari e dirigenti dell’Azienda, è stato l’assessore alla Salute Ruggero Razza.

A sancire l’apertura della RSA è stata la benedizione impartita da don Bruno Carbone della Chiesa Madre con il taglio del nastro e la visita alle 18 modernissime stanze di degenza ad uno e due posti letto, con tv e bagni in camera, ambulatori medici e infermieristici, palestre per la riabilitazione neuromotoria e per la stimolazione neurocognitiva in ambienti sensoriali, cucina e sala dispensa per la preparazione interna dei pasti, lavanderia, sale ricreative e polivalenti. La Direzione dell’Asp ha scelto una modalità integrata di gestione e ha affidato ad un Consorzio esterno i servizi assistenziali ed alberghieri, mantenendo la direzione e l’assistenza medica e la parte amministrativa.

«Anche in provincia di Siracusa il riequilibrio dei servizi tra le due zone della provincia è un lavoro che con il direttore generale Ficarra stiamo portando avanti per determinare un riallineamento e riequilibrio dei servizi degli ospedali e del territorio in maniera uniforme- ha detto Razza- Oggi segniamo un punto positivo non solo perché si apre una struttura dopo quindici anni dall’ultimo finanziamento significativo, ma anche perché è realizzata in maniera professionale, è occupata da professionisti di grandissima qualità e realizza un modello positivo e sano di integrazione tra il pubblico e il privato e che ha di fronte a sé la possibilità di creare un modello assistenziale nuovo nelle Rsa».

«Poter preparare i pasti all’interno della struttura attesta particolare attenzione alla giusta alimentazione- ha aggiunto l’assessore- Altra attenzione che mostra questa struttura è ai malati di Alzhaimer, restituendo a questa parte del territorio la possibilità di evitare di sconfinare oltre provincia con disagi sociali ed economici per le famiglie. Il direttore generale Ficarra con tutta l’Asp ha dimostrato di essere persona che le sfide le raccoglie, sa costruirle e portare a casa i risultati. Quindi mi fa davvero piacere potere condividere l’ennesimo risultato che in provincia di Siracusa attesta un dinamismo del sistema sanitario atteso da tanti anni. L’auspicio è dedicare i prossimi mesi, usciti dalla safety car del coronavirus, a realizzare tutti gli obiettivi che ci eravamo dati alcuni mesi fa. Intanto, buona fortuna a questa struttura che fin dalla prossima settimana ospiterà i primi pazienti, e un grazie sincero a tutti gli operatori perché sono convinto che basterà ai tanti pazienti cogliere il loro sguardo, come ho fatto io, per vedere di quanta umanità sarà formata l’assistenza in questa struttura».

 

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati