ASP e Ospedali

L'avviso pubblico

Asp di Ragusa, potenziata l’assistenza psichiatrica

Conferiti quattro incarichi di natura libero-professionale ad altrettanti ex dipendenti ora in quiescenza.

Tempo di lettura: 2 minuti

Con la delibera n.635 del 21 marzo, allo scopo di fare fronte alla carenza di personale e garantire l’assistenza ai pazienti, l’ASP di Ragusa ha conferito quattro incarichi di natura libero-professionale a medici psichiatri che hanno partecipato all’Avviso pubblico emanato dall’Azienda il 23 febbraio scorso e rivolto agli specializzati di diverse branche, tra cui Psichiatria.

Al bando hanno risposto quattro psichiatri, dipendenti in quiescenza di questa Azienda, che, per almeno sei mesi, andranno a ricoprire alcuni posti vacanti: due sono stati destinati al Centro di Salute Mentale e al Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura (SPDC) di Ragusa; uno all’ambulatorio di Psichiatria di Vittoria; un altro all’Unità di Neuropsichiatria di Modica, che pertanto va a completare la copertura dei posti previsti dalla dotazione organica.

«Siamo soddisfatti del primo esito dell’Avviso- scrive il Commissario dell’ASP di Ragusa, Giuseppe Drago (nella foto)– pur rimanendo alcune criticità: mi riferisco, soprattutto, alla carenza di personale presso la U.O.C. Psichiatria riunita di Ragusa e Vittoria, dove a fronte di una dotazione organica di 15 unità, rimangono 7 posti vacanti. Grazie all’abnegazione e alla disponibilità di tutti gli psichiatri in servizio a Modica e all’azione di coinvolgimento del dott. Pino Morando, responsabile del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASP, siamo riusciti a contenere i disagi. L’Avviso, tuttavia, rimane aperto fino al 31 dicembre e consentirà, a personale in quiescenza e non, di candidarsi ai fini dell’inserimento temporaneo in organico».

L’impegno dell’Azienda, riguardo alla specialità di Psichiatria, è stato rilevante: dapprima con l’indizione di una procedura concorsuale a tempo indeterminato, con 11 domande presentate e solo un paio di candidati, peraltro già in servizio nelle strutture dell’ASP, che hanno accettato l’incarico; poi con una procedura a tempo determinato, da cui è emersa l’idoneità di due specializzandi, compatibilmente con l’attività universitaria; infine con l’utilizzo delle prestazioni aggiuntive e con l’Avviso urgente per il conferimento di incarichi libero-professionali, da cui è scaturita la copertura degli ultimi quattro posti.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche