assistenti sociali Sunas

Asp di Ragusa, il Sunas: «Urgono nuove assunzioni di assistenti sociali»

26 Luglio 2019

Il segretario generale del sindacato professionale aderente alla Confederazione CSE, ha scritto al direttore Generale, evidenziando «lo stato di criticità».

 

di

RAGUSA. Il Sunas (Sindacato Professionale degli assistenti sociali, aderente alla Confederazione CSE) ha scritto al direttore generale dell’Asp di Ragusa evidenziando «lo stato di criticità riguardante l’attività del servizio sociale professionale».

Da qui l’auspicio, come fa sapere il segretario generale Salvatore Poidomani (nella foto) «che esso possa essere adeguatamente superato e risolto, con l’obiettivo di creare le condizioni per migliorare l’operatività degli assistenti sociali, nell’ottica di garantire livelli di efficacia, di qualità e di appropriatezza degli interventi rivolti ai cittadini, secondo un approccio multiprofessionale e multidimensionale, mirato a favorire reali percorsi di integrazione socio-sanitaria».

Poidomani aggiunge: «Purtroppo negli ultimi anni c’è stato un ridimensionamento degli assistenti sociali relativamente alla determinazione della dotazione organica e alla definizione del piano del fabbisogno del personale. In attesa che si possa procedere, nell’ambito di una auspicata ridefinizione dell’Atto Aziendale, ad una riorganizzazione del Servizio Sociale Professionale secondo criteri di ottimizzazione delle risorse rispondenti alle esigenze dei vari servizi e agli orientamenti normativi nazionali e regionali (in primis la L.R. 1/2010), il Sunas ritiene opportuno porre nuovamente alla attenzione dell’Asp le situazioni di criticità più evidenti perché siano affrontate e risolte».

Secondo il Sunas «attualmente i servizi e gli ambiti aziendali in cui la figura dell’assistente sociale risulta assente o sottodimensionata sono: i due consultori di Modica, il consultorio familiare di Viale delle Americhe a Ragusa, il Distretto di Vittoria, il Dipartimento di Salute Mentale nelle sedi di Modica, Vittoria e Ragusa – incluso il servizio SPDC di Scicli».

Da qui la richiesta all’Asp di Ragusa affinché «proceda a programmare nuove assunzioni di assistenti sociali, anche attraverso le procedure di stabilizzazione, nell’interesse non solo della categoria professionale ma anche dei cittadini, per garantire servizi ed interventi sempre più efficaci ed efficienti».

Infine, Poidomani chiede al dg Angelo Aliquò «un incontro per poter concretamente approfondire il confronto tra la scrivente organizzazione sindacale e l’Azienda».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV