Asp di Ragusa, esaminati oltre trentamila tamponi

2 Ottobre 2020

Il dato relativo al Laboratorio Analisi del GPII dell'ospedale Giovanni Paolo II.

 

di

RAGUSA. Il Laboratorio Analisi del GPII dell’ospedale “Giovanni Paolo II” di Ragusa, uno dei primi laboratori in Sicilia ad essere stati autorizzati dall’Assessorato Regionale alla Salute, dopo i Policlinici Universitari di Catania e Palermo, svolge, dall’inizio della pandemia, un’incessante attività di diagnostica molecolare del COVID-19.

Un laboratorio che lavora, ininterrottamente, ventiquattrore al giorno, 24, per garantire risultati certi e affidabili a tutti gli Ospedali della Provincia e all’utenza esterna.

«Riusciamo a processare tutti i tamponi e a dare i relativi risultati entro 24-48 ore al massimo, e questo è un vanto.» dichiara soddisfatto Vincenzo Bramanti, Responsabile del Covid Team e responsabile organizzativo del Laboratorio Analisi PO GPII – «Tutto ciò grazie a un gruppo formidabile, a suo tempo istituito dalla Direzione Strategica, di Biologi e Tecnici di Laboratorio che h24 non risparmia nessuna energia e che quotidianamente dà il meglio che può».

Infatti, nelle ultime 24 ore sono stati processati 445 tamponi e “sfondato” il tetto di n. 30.000 tamponi processati, dall’inizio della pandemia. Numeri di assoluto rispetto, in sei mesi di attività.

«Desidero ringraziare i colleghi del Dipartimento di Prevenzione con i quali si è creato un ottimo gioco di squadra, e, soprattutto, la Direzione Strategica Aziendale che quotidianamente ci sprona e supporta», aggiunge Bramanti.

A tal proposito, è in arrivo, tra qualche giorno, un secondo strumento automatico di backup e altri due strumenti per la diagnostica molecolare rapida, che consentiranno di ottimizzare la tempistica di consegna degli esami in urgenza ai reparti dell’emergenza/urgenza aziendali.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV