Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Dal primo marzo il nuovo servizio

Asp di Palermo, una foto alla ricetta per prenotare la visita via WhatsApp

L’utente potrà poi inviarla al numero di WhatsApp 331.6104326. Sarà contattato da un operatore che lo informerà su strutture disponibili e tempi di attesa.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Basterà scattare una fotografia alla ricetta ed inviarla per WhatsApp al numero 331.6104326 per stabilire un contatto con gli operatori del Cup (Centro Unificato di Prenotazione) dell’Asp di Palermo. Niente più attesa agli sportelli per chiedere una prestazione specialistica, l’Azienda Sanitaria di Palermo mette a disposizione degli utenti tre diverse possibilità di interagire attraverso la rete internet.

Dopo il “cambio medico online”, l’esenzione ticket su internet, i referti di radiografie ed analisi cliniche in rete, adesso l’Asp attiva un sistema di prenotazione di visite specialistiche rapido ed immediato attraverso smartphone, tablet o pc. Sarà operativo dal prossimo primo marzo.

Una volta in possesso della richiesta del medico di famiglia, l’utente potrà scattare una fotografia alla ricetta ed inviarla al numero di WhatsApp 331.6104326. Sarà contattato da un operatore che lo informerà sui tempi di attesa nelle strutture presenti nel Distretto sanitario di appartenenza o nelle altre che si trovano in ambito provinciale e di conseguenza valutare di accettare la prima disponibilità, indipendentemente dalla sede, oppure scegliere la struttura o lo specialista preferito, indipendentemente dal tempo di attesa.

Una volta effettuata la scelta, l’utente riceverà – sempre attraverso WhatsApp – il “promemoria” da consegnare poi allo specialista.

Per prenotare una visita, l’utente potrà anche inviare la fotografia della ricetta (corredata da un proprio recapito telefonico) all’indirizzo di posta elettronica [email protected] oppure accedere allo sportello online dell’Asp di Palermo (http://sportello.asppalermo.org) ed indicare nell’apposita sezione il numero di ricetta ed il tipo di prestazione richiesta.

«Proseguiamo nel percorso di sburocratizzazione avviato da tempo- ha sottolineato il direttore generale, Antonio Candela– Lo scorso anno state 886.087 le prenotazioni di visite specialistiche effettuate attraverso la nostra rete CUP. Una rete che, oltre alle 58 postazioni ‘tradizionali’ distribuite in 18 Presìdi, può contare anche su un call center telefonico con 20 operatori ed a 37 sportelli decentrati attivati».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati