ASP e Ospedali

L'annuncio

Asp di Palermo, per potenziare il personale si ricorrerà anche a società esterne

Considerando i numerosi concorsi andati a vuoto, dall'assessorato alla Salute è stato autorizzato l'acquisto di servizi sanitari di continuità di assistenza medica di pediatria, pronto soccorso e anestesia.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Prosegue incessante l’attività dell’Asp di Palermo nella ricerca di Dirigenti Medici che possano assicurare la continuità delle attività sanitarie, soprattutto, nei Presidi ospedalieri delle zone più disagiate. È stato, repentinamente, avviato il concorso a tempo indeterminato di Dirigenti Pediatri grazie alla responsabile abnegazione della Commissione concorsuale guidata dal dott. Vincenzo Duca, primario della neonatologia dell’Ingrassia. Alla selezione stanno partecipando un pediatra e 31 specializzandi.

«Si tratta dell’ennesima procedura avviata dopo il rifiuto dei precedenti vincitori ad occupare posti negli Ospedali di zone più lontane dalla città, come Corleone e Petralia Sottana– ha sottolineato il Commissario straordinario dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni (nella foto di Insanitas)– Dal 2019 ad oggi sono stati ben 93 i concorsi a tempo determinato ed indeterminato banditi e conclusi per cercare la soluzione alla carenza di dirigenti medici. L’Azienda non resta, comunque, in attesa e ha continuato a bandire procedure a tempo determinato alle quali avrebbero potuto partecipare anche medici provenienti da Paesi esteri. Anche in questo momento è in corso un’atra procedura per pediatri, anestesisti e medici d’emergenza per i Pronto soccorso e in particolare per gli ospedali di Corleone e Petralia Sottana».

La Direzione dell’Asp di Palermo non ha mai smesso di cercare soluzioni alla carenza di personale, tamponando le necessità della continuità di servizi ospedalieri facendo ricorso a “prestazioni aggiuntive” o “incarichi libero-professionali”.

Il via libera al ricorso ad operatori esterni

«Il tutto- ha aggiunto Daniela Faraoni- per non arrendersi alle difficoltà e scongiurare la sospensione o chiusura di attività delle unità operative. In ultimo, abbiamo chiesto lo scorso 15 giugno l’autorizzazione all’Assessorato alla Salute ad ‘acquistare’ servizi sanitari di continuità di assistenza medica di pediatria, pronto soccorso e anestesia, rivolgendoci ad operatori economici del mercato. Ieri (venerdì 30 giugno, ndr) è pervenuta alla direzione aziendale l’autorizzazione ed è già in corso la procedura prevista dalla norma per l’acquisizione di tali servizi. Ringrazio per questo l’assessore, dott.ssa Giovanna Volo, e il Dirigente Generale, dott. Salvatore Iacolino. L’Azienda continuerà ad impegnarsi, incondizionatamente, grazie anche alla condivisione dell’Assessorato alla Salute che, conoscendo meglio di tutti le difficoltà, non ha fatto tardare le autorizzazioni necessarie».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche