Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
fials rsu

ASP e Ospedali

La vertenza

Asp di Palermo, l’accusa della Fials: «Contrattisti trasferiti agli sportelli ticket e senza indennità»

Secondo il sindacato ciò potrebbe causare un rallentamento delle attività di alcuni dipartimenti strategici. La replica dell'Asp: «Le questioni sono già state debitamente affrontate»

Tempo di lettura: 3 minuti

Fials-Confsal sul piede di guerra nei confronti della Direzione Aziendale dell’Asp di Palermo. A scaldare gli animi del sindacato è stata la decisione dei vertici aziendali di disporre il trasferimento di alcuni dipendenti dai Dipartimenti di appartenenza allo sportello per l’esenzione del ticket online.

“Nonostante il Distretto n. 42, secondo informazioni assunte, abbia in disponibilità circa n. 150 Operatori di categoria B tra personale strutturato, contrattista e S.A.S.- afferma la Fials Confsal in una nota a firma del segretario provinciale Vincenzo Munafò– la Direzione Aziendale ha deciso, omettendo qualsiasi informazione preventiva a sindacati, di trasferire dall’appartenenza ai Dipartimenti strategici dell’Azienda molti operatori di categoria B alle attività di sportello Ticket online”.

“Ciò- continua Munafò- malgrado i responsabili dei Servizi avessero evidenziato l’essenzialità di questo personale all’interno dei propri Uffici e che l’allontanamento avrebbe potuto creare un rallentamento delle attività di alcuni dipartimenti strategici, come quello della Gestione Economico-Finanziario, Patrimonio, Provveditorato e Tecnico”.

“Inoltre- lamentano dal sindacato- l’Amministrazione ASP Palermo ha deciso di utilizzare, per le attività di sportello online, il personale contrattista senza riconoscergli indennità accessorie che, per gli orientamenti applicativi dell’Aran (vedi il parere n. 1904 del 02 febbraio 2017), dovrebbero essere riconosciute al personale anche se fuori ruolo, poiché concorrente al raggiungimento degli obiettivi aziendali. In un recente incontro con la Direzione Aziendale abbiamo ribadito la richiesta di riconoscere al personale contrattista tutte le indennità accessorie, ma ad oggi non abbiamo ottenuto ufficialmente alcuna risposta”.

La Fials rincara la dose accusando i vertici aziendali di “offrire a tutti gli altri lavoratori che hanno dovuto ottemperare alle disposizioni di servizio, l’immagine di un’Amministrazione che nel perseguire gli obiettivi generali soddisfa interessi di altra natura”.

Quest’ultimo atto di accusa farebbe riferimento ad una disposizione di servizio che sarebbe stata prima emanata e poi revocata nei confronti di una dipendente, assegnata in un primo tempo allo sportello ticket online e poco dopo destinata ad altra funzione.

Relativamente a questo caso, la Fials-Confsal chiede l’immediata riassegnazione della dipendente all’attività di sportello ed “invita l’Asp a rispondere alle richieste, già ricevute da tempo, da parte del personale contrattista, aventi lo scopo di mobilità per compensazione, e rimaste ad oggi senza riscontro, malgrado i nulla osta dei vari Direttori di UU.OO. fossero stati rilasciati compiutamente”.

Dall’Asp di Palermo fanno sapere che le questioni sollevate dal sindacato sono già state debitamente affrontate.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati