Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

La delibera

Asp di Palermo, il direttore sanitario vince la selezione per guidare un Dipartimento

Maurizio Montalbano prevale nei confronti di altri quattro aspiranti al ruolo di Direttore di “Salute Mentale, Dipendenze Patologiche e Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza”. Tuttavia dovrà prima lasciare l'attuale incarico.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Il direttore sanitario dell’Asp di Palermo, Maurizio Montalbano, ha vinto la selezione interna per l’incarico di direttore del Dipartimento “Salute Mentale, Dipendenze Patologiche e Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza”, infatti, nei giorni scorsi è stato nominato da parte della direzione generale.

Il posto di direttore del dipartimento per la Salute Mentale risultava vacante dal 2018 per cui “si è deciso di procedere all’indizione di una selezione interna comparativa tra gli aventi titolo, ovvero tra tutti i direttori di UOC, titolari, afferenti al medesimo dipartimento selezione comparativa tra gli aventi titolo per consentire la possibile rotazione- scrive la direzione generale dell’Asp nella delibera in cui nomina direttore del dipartimento il dottore Montalbano- Nelle more dell’espletamento della predetta procedura di selezione interna è stata ravvisata la necessità di procedere la conferimento dell’incarico a tempo determinato di direttore della predetta struttura ai sensi dell’art. 18 al dottore Giorgio Serio per consentire la necessaria e imprescindibile continuità assistenziale in u area di rilevanza strategica per l’azienda”.

Alla selezione hanno quindi partecipato 5 direttori, già titolari di UOC: Anna Carreca, Pino Porrello, Salvatore Varia, Giorgio Serio (reggente protempore) e appunto Maurizio Montalbano, direttore sanitario dell’Asp di Palermo.

Secondo la direzione dell’Asp, tutti i candidati sono stati ritenuti idonei a ricoprire questo ruolo per l’esperienza professionale acquisita, per cui la Commissione ha deciso di comparare la capacità gestionali e organizzative, su cui il migliore è stato ritenuto essere proprio il dottore Montalbano. Per accettare l’incarico dovrà lasciare quello di direttore sanitario, il cui mandato era comunque prossimo alla scadenza, perché gli è stato affidato il 17 giugno del 2019. Questo di capo dipartimento dura invece fino a 5 anni ed è immediatamente effettivo. Nel documento è precisato anche che il dottore Montalbano dovrà adeguare il suo stipendio al nuovo incarico e passare quindi da una retribizione totale di circa 155 mila euro annui per la posizione di direttore sanitario, ai 183 mila euro all’anno che spettano al capo dipartimento in questione.

Per evitare che con questa nomina si potesse generare un conflitto di interessi, la delibera per il conferimento dell’incarico firmata dal direttore generale e da quello amministrativo non è stata cofirmata dal direttore sanitario, perché Montalbano avrebbe dovuto dare qui un parere su se stesso.

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati