ASP e Ospedali

L'appello

Asp di Palermo, i sindacati: «Stabilizzazioni da fare con tutti i posti disponibili»

Anaao Assomed, Fvm e Fials: «L'amministrazione senza che se ne comprendano le ragioni si mantiene sotto la soglia del 50 per cento prevista dalla normativa».

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Aumentare i posti a disposizione per la stabilizzazione dei precari e sospendere nelle more i concorsi per garantire priorità alle figure interne. È la richiesta che arriva da Anaao Assomed, Fvm e Fials Palermo indirizzata all’Asp di Palermo.

Il 29 dicembre scorso l’amministrazione ha avviato la procedura di stabilizzazione del personale precario per la dirigenza e il comparto ma secondo i sindacati «l’aumento dei posti destinati alla stabilizzazione è stato irrisorio o addirittura invariato nonostante gli impegni presi in un precedente incontro in cui la Direzione commissariale aveva assicurato un incremento. L’amministrazione si mantiene al di sotto della soglia del 50 per cento dei posti prevista dalla normativa vigente senza che se ne comprendano le ragioni».

Secondo i sindacati Anaao Assomed, Fvm e Fials Palermo è il caso delle figure di assistente sociale che non hanno beneficiato di alcun aumento dei posti, o degli psicologi per i quali bisognerebbe aumentare da 19 a 35 i posti per poter assumere tutti gli interni. E ancora, per i tecnici della riabilitazione psichiatrica solo due i posti a disposizione mentre ne servirebbero tre per stabilizzare tutti. Solo 10 i posti in più per tecnici informatici, mentre tra i terapisti della neuropsicomotricità dell’età evolutiva restano fuori i 4 interni che hanno maturato i requisiti per la stabilizzazione. Per i tecnici della prevenzione sono 6 i lavoratori a tempo determinato esclusi, mentre per gli ostetrici solo un posto previsto mentre sono in otto ad avere i requisiti. Infine per gli operatori sociosanitari a fronte di 162 posti liberi per le stabilizzazioni sono state avviate procedure soltanto per 12 posti.

I sindacati chiedono infine la proroga dei contratti in scadenza al 15 gennaio in particolare per gli assistenti sociali e psicoterapeuti «per consentire al maggior numero di operatori di accedere alle procedure di stabilizzazione avendo maturato i requisiti previsti».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche