ASP e Ospedali

La nota

Asp di Palermo, i sindacati: «Priorità alle stabilizzazioni, stop ad altri concorsi»

L'appello è stato lanciato da alcune sigle al presidente della Regione Renato Schifani a tutela del personale Covid.

Tempo di lettura: 2 minuti

Appello dei sindacati all’Asp di Palermo sulla stabilizzazione degli operatori sanitari precari assunti per l’emergenza covid. Una decina di sigle si è detta pronta a intraprendere azioni pubbliche di protesta se l’azienda sanitaria provinciale non procederà con l’iter per l’assunzione dei lavoratori, sospendendo eventuali altre procedure concorsuali.

I sindacati Aaroi-Emac, Anaao-Assomed, Cgil Medici, Cgil Fp, Cimo, Cisl Medici, Fesmed, Fials, Fvm sezione Fials, Nursing Up e Uil Medici si sono rivolti al presidente della Regione, Renato Schifani, ricordando che «ad oggi nessun segnale dall’Asp di Palermo è arrivato in merito alla stabilizzazione, nonostante anche l’assessorato abbia chiesto di avviare entro il 30 settembre le procedure di ricognizione. Ma l’Asp resta sorda a qualsiasi richiesta nonostante le procedure previste dalla normativa statale rispondano a finalità di interesse pubblico che consentono di ridurre la spesa per i costi derivanti dalle nuove procedure concorsuali, oltre a superare il precariato e ridurre il ricorso a contratti a termine».

I sindacati segnalano che, al contrario, nel caso dei biologi, «è stata avviata una procedura concorsuale con prove d’esame già fissate il 17 novembre, senza apprezzamento per il rischioso impegno profuso da questo personale con sovraccarico di pesanti turni di lavoro, tanto da negare un punteggio per valorizzare questo servizio».

Inoltre i sindacati ricordano che al 31 dicembre scadranno tutti i contratti e che questo personale precario «assicura anche i servizi ordinari coprendo le tante carenze di organico. In previsione del piano di recupero delle liste di attesa si chiede, al presidente della Regione, sollecito intervento volto ad avviare e ad uniformare le procedure di stabilizzazione in tutte le aziende sanitarie e ospedaliere, da attivare prioritariamente alle procedure concorsuali anche già in itinere che invece devono essere sospese».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche