Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
fials precari coronavirus assunzioni asp di palermo

ASP e Ospedali

La bozza

Asp di Palermo, i sindacati bocciano la nuova dotazione organica

Secondo l'accusa nella bozza risulta una “drastica riduzione del personale" e il piano di assunzioni "non garantisce i livelli essenziali di assistenza".

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Tutte le organizzazioni sindacali del comparto Sanità bocciano la bozza della nuova dotazione organica del personale dell’Asp Palermo. In una nota firmata dalle sigle sindacali Anaao, Assomed, Fp Cgil, Cgil Medici, Cimo, Cisl Medici, Fesmed, Fedirets-Direl, Fvm SiveMp, Fvm Fismo, Nursing Up, Uil Flp, Uil medici, Fials, i responsabili delle organizzazioni sindacali respingono al mittente il piano ritenendolo “non accettabile”. L’Asp ha presentato il piano del fabbisogno e la dotazione organica qualche giorno fa. Per i sindacati si tratta di un piano di assunzioni che non garantisce i livelli essenziali di assistenza.

Da una prima lettura, risulta una “drastica riduzione del personale”. “Questo piano- dicono in sintesi i sindacati- è irricevibile, devono riproporlo. È persino peggiorativo rispetto a quello che ci avevano prospettato nell’incontro del 21 ottobre, durante il quale le organizzazioni sindacali avevano espresso il loro parere negativo. Al fine di garantire i livelli di assistenza (Lea) nonché gli obiettivi regionali, aziendali e dipartimentali, la bozza in oggetto si ritiene non accettabile e irricevibile».

«I sindacati non sono stati convocati per un confronto sulla bozza», sottolineao le sigle. L’Asp Palermo ha chiesto alle organizzazioni sindacali di inviare la loro risposta entro lunedì. La risposta è stata inviata nel pomeriggio di ieri alla direzione generale dell’Asp Palermo e al responsabile delle relazioni sindacali. La bozza presentata “non contempla nemmeno la stabilizzazione dei precari”. I sindacati invitano la direzione Asp a rielaborare il piano e a consentire ai sindacati di poter esprimere una valutazione.

LA PRECISAZIONE DELLA CISL

La Cisl Fp Palermo Trapani smentisce categoricamente le notizie diffuse da altre sigle sindacali del comparto sanità sulla dotazione organica dell’Asp di Palermo. «Siamo stati i primi a esprimere perplessità su questo piano aziendale- sottolinea il segretario aziendale, Gaetano Mazzola – e abbiamo detto che non sottoscriveremo un’intesa di questo tipo a meno che non vengano effettuate delle modifiche. Da tempo infatti chiediamo al management aziendale di pianificare una strategia volta a colmare i vuoti in organico, a perfezionare la gestione del personale in servizio, rendendo quindi più efficienti i servizi resi ai cittadini».

Il segretario aziendale della Cisl Fp all’Asp di Palermo ribadisce di aver più volte evidenziato la necessità di riconoscere l’enorme sforzo compiuto dai lavoratori durante quest’anno: «I dipendenti sono stati in prima linea nell’affrontare quest’emergenza sanitaria ed è giusto che la loro abnegazione e il loro senso del dovere siano riconosciuti formalmente». La Cisl Fp sottolinea che quanto dichiarato ieri dalle altre sigle sindacali è da ritenere una palese fake news. «Chi ci attribuisce una posizione diversa da quella che noi pubblicamente abbiamo espresso – conclude Mazzola – lo fa in maniera falsa e tendenziosa».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati