Asp di Messina, si è insediato il nuovo Comitato consultivo aziendale

5 Novembre 2019

Alla presenza del direttore generale Paolo La Paglia è stato riconfermato presidente per il prossimo triennio Antonio Giardina. L'organismo è composto da 40 rappresentanti delle associazioni di volontariato.

 

di

MESSINA. Il direttore generale dell’ASP di Messina, Paolo La Paglia, ha insediato il nuovo Comitato Consultivo Aziendale per il prossimo triennio.

Presente ai lavori anche il vice presidente regionale della Conferenza dei Comitati Consultivi, Vincenzo Terzi, che ha portato i saluti della presidenza regionale della Conferenza e si è congratulato per la riconferma di Antonio Giardina alla carica di presidente dell’importante organismo istituzionale.

I Comitati Consultivi nelle aziende sanitarie sono organismi previsti dalla legge regionale n. 5 del 14 aprile 2009 sulle norme per il riordino del Servizio Sanitario Regionale e concepiti come fondamentale strumento di partecipazione della società civile per l’attuazione degli obiettivi di miglioramento della sanità.

Il direttore La Paglia ha sottolineato che il Comitato Consultivo, nella sua autonomia, esercita il ruolo di stimolo propositivo e di collaborazione in ordine agli atti di programmazione dell’azienda, di verifica della funzionalità dei servizi e degli obiettivi previsti dai piani sanitari, redigendo ogni anno una relazione sull’attività dell’azienda che va pubblicata sul sito web della stessa.

Il nuovo Comitato Consultivo dell’ASP è composto da 40 rappresentanti delle organizzazioni ed associazioni di volontariato e di tutela dei diritti degli utenti e degli operatori del settore sanitario e socio-sanitario nell’ambito territoriale provinciale.

In base al decreto assessoriale del 15 aprile 2010 n. 1019, che ne disciplina le modalità di costituzione, funzionamento, organizzazione e attribuzione dei compiti, il CCA esprime pareri non vincolanti e formula proposte alla direzione strategica aziendale. Il presidente, inoltre, partecipa ai Collegi di Direzione dell’ASP.

Si valorizza, dunque, la funzione di un organismo che attraverso la sua partecipazione alle attività dell’Azienda contribuisce a rafforzare l’empowerment del cittadino e gli attribuisce un ruolo attivo nella gestione della propria salute.

L’obiettivo principale è quello di riconoscere giuridicamente un percorso volto a dare pienezza e significato concreto alla centralità del cittadino, di promuoverne l’effettiva partecipazione alla elaborazione delle politiche per la salute.

Tra le attività vi è la personalizzazione e umanizzazione delle cure e la gestione di un sistema integrato di accoglienza nella rete dei servizi sanitari e sociali.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV