asp messina

Policlinici

L'appello

Asp di Messina, la Uil Fpl: «Stop al concorso, si dia priorità alle stabilizzazioni»

Il sindacato contesta il bando per 10 igienisti, sottolineando che di queste figure professionali sono già presenti in organico alcuni precari.

Tempo di lettura: 2 minuti

La Uil-Fpl di Messina con una nota indirizzata al Commissario dell’Asp messinese e ai vertici di alta direzione dell’Ente, e per conoscenza all’assessore regionale alla Salute, chiede «l’immediata revoca della delibera con la quale viene nominata la commissione esaminatrice del concorso per 10 dirigenti medici di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica». La nota a firma del segretario generale, Livio Andronico, intende sollecitare l’Asp a procedere alla stabilizzazione del personale già presenti in organico.

«Con nota del 03/09/2022 abbiamo inviato osservazioni alla delibera n.1607 del 7/04/2022, stante che codesta amministrazione con il predetto atto in disaccordo con la circolare assessoriale prot. n.4265/gab, ha indetto un avviso di concorso pubblico per titoli ed esami, per la copertura di posti vacanti di diverse discipline dell’Area medica, nonostante in organico risultassero ben 10 dirigenti medici specialisti in Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica, in possesso dei requisiti per la stabilizzazione, previsti dalla Legge 234 del 30/12/2021», sottolineano dal sindacato.

«Appare singolare che codesta amministrazione, nonostante abbia manifestato in più occasioni ampie rassicurazioni in merito alla stabilizzazione del predetto personale, proceda ugualmente con la nomina di questa commissione esaminatrice, che oltre a comportare spese di commissione, potrebbe essere causa di numerosi contenziosi» aggiunge Andronico.

Il sindacato, pertanto, chiede «la revoca in autotutela della delibera prot. 4734/cs del 18/11/2022, stante che nessun concorso per Igienisti può essere avviato da codesto ente, in quanto in organico già risultano tali figure che al 30/06/2022 hanno maturato i requisiti per la stabilizzazione».

Dalla Uil Fpl Messina sollecitano pure l’intervento dell’assessore alla Salute, Giovanna Volo, «per la verifica della correttezza degli atti amministrativi posti in essere dall’ASP di Messina, che meriterebbero di essere attenzionati nel rispetto del personale medico precario che, avendone i requisiti, ha pure partecipato all’avviso di ricognizione pubblicato sul sito aziendale».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche