Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
ambulatorio infezioni

ASP e Ospedali

L'annuncio

Asp di Messina, al via l’iter per stabilizzare i precari dell’area della Sanità

Sul sito internet aziendale è stato pubblicato un avviso per la ricognizione del personale che dovrà essere in possesso dei requisiti entro e non oltre il 31 luglio 2022.

Tempo di lettura: 2 minuti

MESSINA. Al via all’Asp di Messina l’iter per stabilizzare i precari della dirigenza dell’area della Sanità. Sul sito internet aziendale, infatti, è stato pubblicato il 28 gennaio un avviso per la ricognizione del relativo personale a tempo determinato in possesso dei requisiti (CLICCA QUI).

A firma del commissario straordinario Dino Alagna (nella foto) e del direttore amministrativo Catena Di Blasi, l’avviso sottolinea che la procedura di stabilizzazione si svolgerà in coerenza con il piano triennale dei fabbisogni, recante le figure professionali beneficiarie e la relativa copertura finanziaria.

I potenziamente destinatari della stabilizzazione devono inoltrare domanda di partecipazione entro e non oltre il 31 luglio 2022, termine ultimo pure per la maturazione dei requisiti. Le istanze presentate prima del raggiungimento di questi requisiti non saranno prese in esame.

Tra i requisiti specifici c’è l’essere stato in servizio presso l’Asp di Messina anche per un solo giorno successivo al 28 agosto del 2015, con contratto di lavoro a tempo determinato in relazione alle medesime attività svolte per il profilo professionale per il quale si concorre alla stabilizzazione.

Inoltre serve aver maturato entro e non oltre il 31 luglio 2022 un’anzianità di servizio anche non continuativa di almeno tre anni negli ultimo otto anni in uno dei profili messi a selezione, anche in diverse amministrazioni del servizio sanitario nazionale e anche con diverse tipologie di contratto flessibile (di cui all’articolo 36 del decreto legislativo n. 165 del 2001) e segnatamente i rapporti di lavoro a tempo determinato, di formazione e lavoro, ai quali si aggiungono gli incarichi individuali, con contratti di lavoro autonomo, di natura occasionale o coordinata e continuativa disciplinati dal comma 6 e ss dell’articolo 7 del decreto legislativo n. 165 del 2001 e Smi. I periodi riferiti ai suddetti contratti devono riguardare in ogni caso attività svolte o riconducibili alla medesima area o categoria professionale del profilo da stabilizzare.

Sono esclusi dall’applicazione dell’articolo 20 comma 1 del d.l.gs n. 75/2017 i contratti di sommistrazione di lavoro presso le pubbliche amministrazioni, attività di ricercatore universitario a tempo determinato, dottorato di ricerca svolto presso strutture universitarie, assegni di ricerca e titolari di borse di studio.

Un altro dei requisiti specifici richiesti è l’essere stato assunto a tempo determinato, in relazione alle medesime attività svolte, con procedure concorsuali (per esami e/o titoli) anche espletate presso amministrazioni pubbliche diverse da  quella che procede all’assunzione.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche