Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
coronavirus

ASP e Ospedali

L'appello

Asp di Catania, sindacati all’attacco contro la nuova dotazione organica

Sollecitati la revoca della relativa delibera e «un confronto serio e concreto in merito alla rideterminazione e al relativo piano del fabbisogno».

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA. «L’ immediata revoca della delibera n. 878 del 16/06/2021 e l’avvio di un confronto serio e concreto in merito alla rideterminazione della dotazione organica e del relativo piano del fabbisogno dell’Asp di Catania». È quanto sollecitano le segreterie regionali e provinciali dei sindacati (clicca qui), sottolineando che «in merito alla proposta di Dotazione Organica una prima stesura era già stata inviata all’Assessorato, che l’aveva rispedita al mittente dichiarandola inidonea e irricevibile, senza avere esperito l’obbligo contrattuale dell’informazione delle OO.SS. aziendali;  una seconda versione è stata inviata, a titolo di informazione preventiva, alle OO.SS. che, contestualmente sono state invitate al confronto con la Direzione Aziendale con un preavviso minimo di soli 2 giorni».

Inoltre i sindacati sottolineano: «Le OO.SS. della dirigenza medico-sanitaria e del comparto sanità, in considerazione della complessità del materiale sottoposto alla propria valutazione, hanno chiesto il differimento del confronto sindacale, ottenendo riscontro verbale positivo da parte del Direttore Generale. Successivamente all’impegno verbale assunto con le OO.SS., la Direzione aziendale ha comunque proceduto all’adozione dell’Atto Deliberativo, rendendo in tal modo inutile e priva di significato il previsto confronto sindacale programmato per il 24 giugno».

Secondo i sindacati «al di là della forma, decisamente censurabile e poco urbana, la sostanza è l’aspetto più allarmante, perché dal primo esame della dotazione organica emerge chiaramente un orientamento della direzione dell’Asp di Catania verso un ulteriore impoverimento delle risorse umane e quindi dell’assistenza sanitaria che l’Azienda Sanitaria sarà in grado di erogare ai cittadini, trascurando in primo luogo i Servizi e la Medicina Territoriale. Le OO.SS. chiedono pertanto il coinvolgimento del vertice della sanità siciliana per ottenere la revoca della Delibera adottata dalla direzione aziendale, allo scopo di avviare un sereno e concreto confronto su una materia che condizionerà il destino dell’azienda provinciale catanese nei prossimi anni».
AGGIORNAMENTO: ecco la replica dell’Asp di Catania (clicca qui)

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati