Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

I dettagli

Asp di Catania, potenziamento per la Terapia intensiva

Lunedì 26 luglio inizieranno i lavori per l’ampliamento del reparto dell’Ospedale “Basso-Ragusa” di Militello in Val di Catania.

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA. Al via, lunedì 26 luglio i lavori per l’ampliamento della Terapia Intensiva dell’Ospedale “Basso-Ragusa” di Militello in Val di Catania. La durata prevista dell’intervento è di 60 giorni, per un importo di 100.000 euro, finanziati con risorse ex art. 20. Il reparto passerà così da 4 a 8 posti letto. «Abbiamo onorato gli impegni assunti con il presidente della Regione nel corso delle sue visite all’ospedale e con la comunità nei briefing e negli incontri avuti- afferma Maurizio Lanza, direttore generale dell’Asp di Catania- Non ci accontentiamo dei risultati conseguiti, ma andiamo avanti nel nostro lavoro. Siamo sicuri, inoltre, che la nomina del nuovo primario di Anestesia e Rianimazione, il dr. Gianluigi Morello, che prenderà servizio il prossimo 1 agosto, darà ancora più slancio al reparto che ha dato sempre dimostrazione di grande affidabilità e professionalità».

Novità anche sotto il profilo del potenziamento delle risorse professionali con l’assegnazione al “Basso-Ragusa”, nei primi sei mesi dell’anno, di: 2 chirurghi, 2 radiologi, 3 biologi, 10 infermieri, 3 tecnici di laboratorio biomedico e 3 autisti. «Con questi lavori allineiamo la Terapia Intensiva alle previsioni della rete regionale, migliorandone standard di qualità, livelli organizzativi e operativi- aggiunge Antonino Rapisarda, direttore sanitario dell’Asp di Catania- Il servizio sarà complessivamente potenziato, migliorando la capacità di risposta e la possibilità di convergenza di competenze multidisciplinari sul malato».

Per quanto riguarda i lavori, interesseranno la sala di Terapia Intensiva collocata al secondo piano del Presidio. In particolare sarà ampliata l’attuale sala degenza e saranno adeguati tutti i sistemi impiantistici: elettrico, uta, illuminazione, climatizzazione, gas medicali. Le pareti saranno rivestite con pvc idoneo all’ambiente di cura. Avviata, inoltre, dalla Direzione medica del Presidio, diretta da Giacoma Di Martino, la procedura per l’acquisizione delle apparecchiature elettro-medicali.

Per tutta la durata dei lavori la sala di Terapia Intensiva non sarà operativa. Sono state già disposte, dalla Direzione medica del Presidio di concerto con l’equipe di Rianimazione, le procedure per garantire in piena sicurezza stabilizzazione, trattamento e/o eventuale trasferimento dei pazienti critici. Il progetto esecutivo è stato curato dall’Ufficio Tecnico dell’Asp di Catania, diretto dall’ing. Francesco Alparone. Progettista, rup e direttore dei lavori, è l’ing. Simone Furnari. Martedì 27 luglio, in ultimo, si riunirà il seggio di gara per l’aggiudicazione dei lavori per la realizzazione della nuova sala operatoria dell’ospedale.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati