Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
assunzione mobilità piede di guerra nursind congresso graduatoria infermieri

ASP e Ospedali

La nota del sindacato

Asp di Catania, Nursind sul piede di guerra: «Mancano 200 infermieri in pianta organica»

Il sindacato sottolinea: «Questa situazione espone i lavoratori e i pazienti a un elevato rischio di errori e a problemi di natura assistenziale e igienico sanitaria». Sollecitato un vertice in prefettura.

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA. «Mancano circa 200 infermieri in pianta organica all’Asp di Catania e aumenta il rischio di errori durante il lavoro».

Per questo il personale infermieristico, in agitazione ormai da tempo, ha minacciato sciopero e manifestazioni in piazza se non saranno presi urgenti provvedimenti.

In una nota a firma del segretario territoriale Salvatore Vaccaro (nella foto) e del segretario aziendale Francesco Di Masi, il Nursind ricorda la «gravissima e perdurante carenza di infermieri e oss più volte denunciata, anche presso il reparto di Chirurgia generale all’ospedale di Caltagirone».

Il sindacato autonomo maggiormente rappresentativo spiega che «questa situazione espone i lavoratori e i pazienti a un elevato rischio di errori e a problemi di natura assistenziale e igienico sanitaria».

Il Nursind chiarisce che la carenza di personale «è legata anche alla previsione del fabbisogno sottostimata: a fronte di una carenza di 218 unità, erano state programmate 46 assunzioni ma solo 24 sono andate in porto, probabilmente compensando mobilità e pensionamenti. Insomma, poco o nulla è stato fatto di concreto ad oggi per potenziare l’organico».

«Senza dimenticare la disapplicazione del contratto– aggiungono Vaccaro e Di Masi- su tutta una serie di punti. Dal tempo della consegna e del cambio di divisa alle procedure per gli incarichi di coordinamento, oltre al passaggio di fascia e al riconoscimento delle indennità di terapia intensiva. Chiediamo un incontro in prefettura per trovare delle soluzioni. Se non si pervenisse a un accordo, siamo pronti a ogni azione opportuna per tutelare il benessere organizzativo delle strutture nell’interesse degli assistiti».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati