Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
ospedale cannizzaro prelievo multiorgano sclerodermia

Emergenza urgenza

L'intesa con i sindacati

Asp di Catania, medici del 118 in servizio per 12 ore settimanali nei pronto soccorso

Lo fa sapere ad Insanitas Rossella Messina (Responsabile Fimmg Emergenza Sanitaria Territoriale  Catania).

Tempo di lettura: 2 minuti

«L’Asp di Catania in accordo con Fimmg, Snami ed Intesa Sindacale ha siglato un accordo che  prevede la copertura per 12 ore settimanali cosi come previsto dall’ACN dell Emergenza Sanitaria Territoriale, dei medici del 118 presso i pronto soccorso Aziendali».

Lo fa sapere ad Insanitas Rossella Messina (Responsabile Fimmg Emergenza Sanitaria Territoriale  Catania), sottolineando che «gli stessi già  da diversi anni, con grande disponibilità e tolleranza alle necessità dell’ Azienda, si prodigano ad effettuare turni di servizio a fronte di un minimo incremento della tariffa prevista. Con quest’ultimo accordo, il riconoscimento di una ulteriore minima indennità di PS rispetto all’ordinaria, si permetterà  la  copertura di molti più turni di servizio ed eviterà il collasso dei presidi».

Poi aggiunge: «Ancora una volta dunque, nonostante l’assessorato alla Sanità abbia escluso i  medici dell'”EST” dal Bonus Covid, nonostante ci siano stati decine di sanitari contagiati durante la pandemia, nonostante i medici del 118 siano spesso considerati di Serie B, nonostante abbiano dovuto affrontare l’implementarsi del numero di interventi con direttive regionali spesso confuse ed inappropriate, nonostante l’assessorato continui ad ignorare le reiterate richieste di incontro da parte dei sindacati per il rinnovo dell’ACR, nonostante i medici dell'”EST” siano stati esclusi perfino dalla possibilita di effettuare tamponi e vaccini, nonostante il 118 abbia supplito sin dall inizio alla carenza dei servizi di medicina di base e  continuità assistenziale, nonostante tutto ciò gli ” eroi dimenticati” vengono rivalutati e rilanciati in “trincea” cosi da  dover prendere atto  che i più sono specializzati in branche mediche o chirurgiche e hanno anche anni di esperienza nell emergenza sanitaria.  territoriale. Ulteriore dimostrazione, dunque, di una professionalita che va oltre le parole».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati